Messaggi

238 risposte

  1. Angela ha detto:

    Caro Fabrizio, ho avuto il piacere e l' onore di conoscere i tuoi genitori proprio in questi giorni e di partecipare alla presentazione del secondo libro scritto per te dalla tua dolce mamma. Sembra un po' banale dire che ho ascoltato per tutto il tempo con le lacrime agli occhi, perché è facile commuoversi dinanzi a simili storie, soprattutto per me che sono mamma di due bimbe. Ciò che è difficile capire è come si possa sopravvivere di fronte a un simile dolore, in continuo bilico tra la speranza e la rassegnazione, senza sapere se il proprio figlio stia bene o gli sia accaduto qualcosa di terribile, senza poter soddisfare il vitale bisogno di ogni genitore di abbracciare e far sentire al sicuro il proprio figlio. Non riesco nemmeno lontanamente ad immaginare come io possa reagire a una cosa del genere.
    Poi però una sera ho avuto modo di ascoltare la tua mamma, e di capire come pian piano sia riuscita a trasformare una tragedia in un modo per mantenere costantemente vivo il tuo ricordo, per far conoscere a migliaia di persone la profondità della tua anima attraverso le tue stesse poesie, per stare vicino a persone che come lei vivono le sue stesse o simili angosce e per far si che la speranza resti sempre viva e si possa trovare la pace interiore per andare avanti seppur nel dolore. Ho capito che
    l' immenso amore per un figlio può tirar fuori una forza che non si pensa di avere e che questa forza può riuscire a smuovere il mondo se usata nel modo giusto. Quindi io spero con tutto il cuore che l'amore, l'impegno e il coraggio dei tuoi genitori possano, un giorno, essere ricompensati con il premio da loro più ambito : un tuo abbraccio.

  2. Carlo ha detto:

    Per il 21 luglio 2022 (17° anniversario della scomparsa di Fabrizio):
    Caro Fabrizio, tra i tanti messaggi/commenti che si trovano in questa bacheca, uno tra quelli che più mi ha colpito, forse xché sintetico ed efficace, è quello di Roberta (che non conosco) del 22 maggio 2022.
    Un caro abbraccio e "ovunque tu sia, tu e tutta la tua famiglia restate nel cuore".
    Carlo

  3. Fausto Burdino ha detto:

    A FABRIZIO
    Sei un ragazzo dolce e intraprendente,
    sei il ragazzo a cui vorrei stringere
    la mano, declamare insieme
    le parole desuete e strane,
    le vibrazioni che stimolano
    emozioni, e diventano poesia.
    Sei il ragazzo che illumini bagliori
    nei miei sogni insonni,
    e sulle pareti affrescate il tuo volto
    sconosciuto mi fa compagnia.
    Sei la magia del suono, e il canto,
    le storie da raccontare sulle note
    della chitarra, e i versi incisi
    sul cuore, il frammento di un amore;
    sei il cantautore gaio sul calle
    segreto e inaccessibile della vita.
    Sei le mani protese e il sorriso,
    la strada stretta e il cammino
    della pace, il percorso a piedi nudi,
    e il vento sui capelli,
    sei il viandante che incontra
    l’anima bisognosa, la carità
    condivisa dentro un bicchiere
    d’acqua –
    Sei un’ombra errante, il fruscio
    delle stelle, lo scintillio del sole
    sulle onde del mare;
    sei i calzari impolverati e aitanti
    sul sentiero del ritorno;
    placa l’arsura alla voce addolorata,
    dischiudi le porte del pensiero
    parla al suo cuore infranto,
    e indica solerte qual è la via
    della speranza sulle ragnatele
    che fasciano la terra e la luna.

  4. Roberta ha detto:

    Ovunque tu sia, resti nel cuore

  5. Flavio ha detto:

    Di tutte le storie di persone scomparse la tua è una di quelle che più ricordo e più mi e rimasta impressa. Vorrei percorrere quel sentiero (che un po conosco) e magari incontrarti…e poterti dire "dai un saluto ai tuoi perché ti vogliono molto bene e nn meritano questo dolore".
    Spero che almeno tu abbia trovato pace e serenità…

  6. Olimpia ha detto:

    Ciao Fabrizio ,
    Nel racconto che ho deciso di inviare nel concorso a te dedicato ti ho parlato della mia idea di futuro perché sono sicura che ne farai parte del futuro e tornerai a casa dai tuoi genitori che ti aspettano e che continuano a lottare per te e per riaverti con loro

  7. Olimpia ha detto:

    Ciao fabrizio ,
    Nel racconto che ho deciso di proporre in occasione del concorso letterario a te dedicato ti ho raccontato la mia idea di futuro perché sono sicura che tu farai parte del nostro futuro e che sei da qualche parte e che presto tornerai a casa dai tuoi genitori che ti vogliono bene e che ti aspettano

  8. Marco Spinosa ha detto:

    Caro Fabrizio, non sei scomparso… sei sul pianeta B612 a tenere compagnia al piccolo principe ed alla sua rosa… Torna presto. Ci manchi…

  9. Carlo ha detto:

    Caro Fabrizio, BUON COMPLEANNO !!!, anche se aspettiamo sempre tue notizie.
    Carlo P.

  10. Valentina ha detto:

    Ciao Fabrizio ieri ho letto che i tuoi genitori hanno chiesto la tua morte presunta.. Sono passati ormai tanti anni ma io spero sempre che tu stia bene e ti sia rifatto un’esistenza altrove anche se vedendo l’amore che ti legava alla tua famiglia non credo proprio che tu in tutti questi anni non abbia mai sentito il bisogno di rassicurare i tuoi genitori anche con una telefonata anonima,ma la speranza sai caro Fabrizio non svanisce mai.. Mi piace pensarti vivo magari qualcuno o qualcosa ti ha fatto allontanare dal mondo,dai tuoi affetti ma ricorda che nessuno vuole riportarti indietro ma vogliamo sapere solo se stai bene e sei felice … ciao Fabry stammi bene

  11. Carlo ha detto:

    Caro Fabrizio, NESSUNO ti ha dimenticato: con l'augurio di ricevere almeno tue notizie e, se lo vuoi, di tornare.
    Carlo P.

  12. Claudio ha detto:

    Caro Fabrizio spero che un giorno , al più presto tu possa riabbracciare i tuoi cari, lo spero con tutto il mio cuore .

  13. Brunella ha detto:

    Sono tanti anni, ormai, che seguo la tua storia e tutto quello che sta facendo la tua famiglia per farla conoscere.
    È già da un bel po' che io e tua mamma cerchiamo di "conoscerci" di persona, ma ancora non ci riusciamo, causa la lontananza e ora anche il Covid
    Spero possa accadere presto e che presto possa conoscere anche te.
    Ciao Fabrizio e ciao bella famiglia Catalano…tutta

  14. Carlo ha detto:

    Semplicemente … Buon Compleanno Fabrizio, sperando che questo messaggio ti giunga e che ti ricordi che ci sono tante persone che comunque ti vogliono bene, a partire ovviamente dai tuoi familiari.
    Ricordati che NESSUNO smetterà di aspettare, a braccia aperte, che torni o che comunque tu dia soltanto tue notizie.
    Ti giunga un carissimo abbraccio.
    Carlo P.

  15. Idiar ha detto:

    Solo nel cuore di Dio si troverannoo le risposte a tanta sofferenza. Fabrizio, ti affido all'intercessione di Carlo Acutis, giovane che conosce i giovani.

  16. Cristina ha detto:

    Buongiorno cari genitori…la storia di vostro figlio la conosco da tanti anni, e la trovo struggente tutte le volte che la ascolto, anche ieri sera nel programma "Chi l'ha visto" mi hanno commosso le vostre parole di speranza e i diari che avete scritto in questi anni per lui. Spero con tutto il cuore che un giorno non lontano Fabrizio possa leggerli insieme a voi.
    Volevo solo dirvi che vi sono vicina emotivamente, per quello che può servire, e che siete davvero un esempio di speranza per tutti quei genitori che si trovano nella vostra situazione. Un abbraccio forte!

  17. Barbara ha detto:

    Caro Fabrizio,
    nel mio racconto, Eva ti parlerà del suo amore…l'amore per Pietro, suo figlio, un ragazzo splendido che affronta con coraggio la sua disabilità. Pietro è dolce e sensibile, un po' come te, e sarà lui a dare alla madre quella forza che lei cerca di trovare in se stessa per andare avanti. Perché il legame tra una madre e suo figlio è quanto di più indissolubile ci sia al mondo. Eva, una madre proprio come la tua che, ormai da anni, non ha perso la speranza di poterti nuovamente stringere a sé un giorno.
    Con affetto,
    Barbara.

  18. Rocco PONTEVOLPE ha detto:

    Caro Fabrizio…mi sono permesso di scrivere una storia dove il tuo nome è presente nel corpo della narrativa e ti fa vivere un amore non cercato ma trovato, un amore bellissimo, che per vari motivi, per arrivarci, è pieno di colpi di scena. Ho scritto col cuore in mano quando ho appreso di questo concorso letterario che faceva riferimento a te. Non conoscevo la tua storia di persona scomparsa ma dal primo momento che mi è stato dato modo di conoscerla, mi ci sono buttato dentro per scriverti qualcosa che possa rimanere tra le tante che parteciperanno. Spero in un tuo incontro, lo desidero e pregherò per te e per i tuoi genitori che come ogni genitore, vedere la scomparsa di un proprio figlio, poi in questo modo, senza conoscere dove sei, con chi sei e perchè sei andato via cosi. Ti abbraccio e abbraccio i tuoi genitori e che si possa un giorno abbracciarti con loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.