Solidarietà e cordoglio alla famiglia di Sarah Scazzi

L’Associazione Penelope Piemonte, nella persona di Caterina Migliazza Catalano esprime profonda solidarietà e cordoglio alla famiglia di Sarah Scazzi.  Un abbraccio da mamma Caterina a mamma Concetta che per quarantadue giorni ha provato lo strazio e l’angoscia dell’attesa che noi ben conosciamo, ed ora il dolore incommensurabile nel vedere naufragare le speranze nel più terrificante degli epiloghi, la morte atroce della piccola Sarah.  Epilogo che nessuno di noi avrebbe auspicato e che sconvolge particolarmente  le famiglie delle persone scomparse; Sarah era una ragazzina di 15 anni, sognava da adolescente di andarsene da Avetrana; quel  giorno è uscita di casa, ignara di andare incontro ad un orribile destino, indossando una maglietta rosa con il coniglietto di Playboy,  per andare al mare; sparisce invece nel nulla  come tanti altri giovani e meno giovani.
In questi terribili quarantadue giorni, noi familiari abbiamo vissuto, rivissuto la strumentalizzazione mediatica e la morbosità dell’opinione pubblica. Tante  domande angoscianti hanno attanagliato le nostre menti e i nostri cuori. …chissà quale “mostro”  hanno incontrato i nostri cari? …avremo  una tomba su cui piangere?.  Sono oltre 25.000 gli scomparsi in Italia negli ultimi 30 anni, di cui circa 1800  in Piemonte e  l’attesa rimane senza fine, senza una soluzione, senza resa.
Per questo  Penelope chiede attenzione, la stessa attenzione che è stata riservata a Sarah, tanti nostri ragazzi sono ancora dispersi nel nulla, le indagini si sono presto fermate, e tante famiglie angosciate stanno ancora aspettando, sperando….
Un caso recente  con lo stesso epilogo di Sarah è stato quello di Simona Melchionda scomparsa  il 6 giugno 2010 da Oleggio, il cui corpo è stato trovato il 4 luglio. 
Noi di Penelope, specialmente noi mamme, cosi come ci siamo stretti a Mamma Giovanna,  ora  ci stringiamo affrante a Mamma  Concetta ed alla sua famiglia con tutto il nostro cuore,   le offriamo tanto affetto e tutta la nostra umana comprensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 Responses to Solidarietà e cordoglio alla famiglia di Sarah Scazzi

  1. Sono molto addolorata un condoglio di cuore per la famiglia della piccola Sara Scazzi,di parlo da mamma a mama Carissima signiora…….x quella cosi detta gente……non ci vuole ne pieda,e ne perdono……..pultroppo 5 hanni fa mia figlia e stata quasi violentata di un uomo cosi detto,di 42 hanni e mia figlia ne aveva 12 hanni…………lui sta mo in calera ma preferisco sapere che sia morto credimi………per quell mostro ci vuole la pena di morte x lui ritrovare un po di pace se l´AVRA?……….io prechero con tutto il cuore x voi in famiglia.Un abbraccio x voi in famiglia ciao della famiglia Castellano in Germania!

  2. Marisa mamma di Cristina Golinucci ha detto:

    Sono Marisa Degli Angeli, attuale presidente dell’Associazione Penelope Emilia Romagna e mamma di Cristina Golinucci, giovane scomparsa 18 anni fà da Cesena.
    Dal 26 agosto, giorno della scomparsa di Sarah Scazzi da Avetrana (TA), ho seguito, assieme ai soci dell’ Associazione, le vicende legate al caso, con la speranza che arrivasse finalmente una buona notizia. Tante di noi, mamme di figli scomparsi nel nulla, pur nella lontananza fisica, siamo state vicine col cuore alla famiglia di Sarah; io, personalmente, ho pregato affinché la piccola Sarah non finisse nel mondo degli scomparsi, come invece accaduto alla mia Cristina e affinché la verità affiorasse.
    Dopo 42 giorni, interminabili, la verità tanto cercata è oggi sulla bocca di tutti, apre le prime pagine di tutti i quotidiani e riempie gli incubi di ogni persona; purtroppo non è la verità che ci si augurava, che noi dell’ Associazione Penelope volevamo: che Sarah tornasse a casa!
    Il triste epilogo è ben noto, l’ennesima piccola vittima della brutalità umana, strappata alla sua famiglia ed ai suoi 15 anni; chissà Sarah quali erano i tuoi progetti per il futuro..è questo, no, che in genere si chiede agli adolescenti..? ti è stato impedito di averlo un futuro..ed in questo momento siamo tutti ancora più vicini alla tua famiglia e alla tua mamma, Concetta, che, seppur dolorosa ed inaccettabile, una verità l’ha avuta, a differenza di tante famiglie, che nonostante lunghissimi anni di attesa sono ancora alla ricerca del caro scomparso.
    Io pretendo la verità sulla scomparsa di mia figlia da 18 anni; chissà, se 18 anni fa ci fosse stata maggiore consapevolezza, anche a livello investigativo, dell’importanza di una scomparsa, forse ora anche io avrei un posto dove poter pensare Cristina; oppure se già fosse esistita l’ Associazione Penelope, che tanto ha seguito il caso di Sarah, tramite la presidente di Penelope Puglia, Annalisa Loconsole, ed i due avvocati dello studio legale Biscotti-Gentile, convenzionati con l’Associazione e dalla stessa presentati alla madre di Sarah.
    Concludo invitando tutti quanti a pensare all’importanza del fenomeno della scomparsa di persona, circa 25.000 scomparsi in tutta Italia; come se un terzo di Cesena scomparisse senza lasciare traccia!

    Ciao piccola Sarah.

  3. Lilia ha detto:

    Sarah, piccola adolescente sognante, il tuo desiderio di volare verso un destino migliore si è purtroppo avverato, non certo come lo sognavi tu, ma nel modo più sconvolgente che nessuno poteva immaginare, che nemmeno la persona più cinica avrebbe potuto prevedere in seguito alla tua sparizione!
    Hanno scavato nella tua intimità, nei tuoi diari, nelle tue fotografie, nei tuoi poster, nella tua ingenua voglia di navigare nel mondo virtuale! volevano tracciare un profilo che non era il tuo vero, il tuo, è risultato semplicemente quello di una ragazzina non ancora donna che sognava, anelava una vita migliore, aveva la voglia innocente di amare! aspirazioni normali di ogni adolescente, nulla ti si può attribuire che non sia naturale in ogni piccola donna della tua stessa età! Voglio sperare che dove stai riposando, tu possa realizzare tutti i tuoi sogni, che tu possa finalmente ridere felice e spensierata vicino agli angeli che ti hanno preceduta! Sii felice, sii serena, è l’augurio di tutte noi mamme orfane dei nostri figli! Non ti dimenticheremo e pregheremo per te nella certezza che tu ci ricorderai nei tuoi canti, nelle tue corse felici, nuotando in mari azzurri, cavalcando i cieli, dove la tua stella sta splendendo di una luce luminosissima! Buon riposo, mia piccola Sarah!

  4. laura ha detto:

    Sarah, sei diventata la figlia persa e tragicamene ritrovata di ogni mamma d’Italia. Sai adesso come ti pensiamo? Un angelo: il più bello tra i belli. Hai smesso, finalmente, di essere “soffocata” tra le mura di una microscopica realtà di paese, condita di rozzagine, omertà, ignoranza che non è mancanza di cultura, perchè tutti noi abbiamo grande, infinito rispetto, per tutti coloro che non hanno avuto, o, non possono avere il privilegio di sedere sui banchi di scuola ed affinare le loro menti, ma sono uomini e donne che offrono il dono prezioso delle loro braccia alla società. che, purtroppo, contemporaneamente non potendo vibrare nell’aria con voli pindarici, come la tua sensibilità ti permetteva di fare, rimangono con le menti “strozzate” nel fango e nella sporcizia della miseria spirituale. Ora, però, come meriti, Sarah tu puoi giocare, vivere, vibrare nello spazio più infinito, puro, assoluto che esiste oltre le nostre misere vite terrene: il paradiso. Ora è tutto per te, non hai più bisogno di sognare, è diventata reale la tua libertà di piccola donna, con il diritto di essere “BELLA”. Nessuno mai e, poi mai, ora potrà più pensare di “inzozzarti”, nessuno, ora, mai e, poi mai, potrà tarparti le ali, nessuno mai e, poi mai, ora, potrà più giudicarti, sospettarti, diffidare, come chi in tutti questi giorni di lunga attesa si è consentito di essere aguzzino della tua anima, dei tuoi adolescianziali pensieri, dei tuoi sentimenti, persino giudice del modo di esprimere il dolore della persona che ti ha generato. “Loro” aguzzini morbosi della tua anima insieme a chi per te è stato nefando aguzzino del tuo corpo. Ora… mai più… Gli hai “fregati” tutti, diventato un Angelo inafferabile, nella libertà del tuo volere. Riposa in pace, piccola mia. Un infinito abbraccio da una mamma che, so che,coralmente comprende l’abbraccio di tutte le mamme, con la tenerezza che solo loro sanno dare. Ma tu adesso hai ancora di meglio. Riposa in pace, piccola mia e, ti prego veglia sui nostri figli che come te sono fuggiti da una realtà troppo stretta, troppo miserevole ed ancora oggi, quelle mamme che oggi ti abbracciano, non sanno cosa o chi hanno incontrato. Prega per loro, prega per noi e.. sii felice in eterno.
    Mamma Laura