14 maggio 2009 – La Nazione

«Così vi ricordo la storia di Fabrizio». Caterina Migliazza non si arrende e presenta il suo libro al Salone di Torino.

L’ENERGIA è quella di una ventenne. La tenacia è quella di una donna matura che sa di poter arrivare fino in fondo. Il cuore è quello di una mamma. Caterina Migliazza continua, incessantemente, nella ricerca di suo figlio. Fabrizio Catalano è scomparso a ventuno anni, da Assisi, alla fine di luglio del 2005. l’ultima sua traccia è stat trovata sul monte Subasio, qualcuno lo aveva visto passeggiare lungo uno dei sentieri. Da allora, da quel maledetto giorno, Caterina non ha smesso mai, mai di cercarlo. Si è mossa in tutti i modi. Batutte di ricerca sul campo, manifesti e locandine per tappezzare città intere, denunce, partecipazioni a trasmissioni televisive, interviste. E ora un libro, che racconta la sua storia, la storia della famiglia Catalano, di Fabrizio e di una «vita sospesa». Bene, «Cercando Fsabrizio. Storia di un’attesa senza resa», nato in parte anche in Umbria e scritto a quattro mani con Marilù Tomaciello, amica carissima della famiglia, sarà presentato venerdì al Salone del Libro di Torino. [...]

Scarica il PDF per leggere il resto dell’articolo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>