This is default featured slide 1 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

This is default featured slide 2 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

This is default featured slide 3 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

This is default featured slide 4 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

This is default featured slide 5 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

 

STORIA DI UN’ATTESA SENZA RESA INCONTRA GLI STUDENTI

Catalogo Formativo CESEDI 2013_14ScuoleINCONTRI ANNI PRECEDENTI (2010 a giugno 2013)

Il progetto “Storia di un’attesa senza resa”, inserito nel catalogo formativo CESEDI della Prov. di Torino 2013-2014   pagina 244-245, rivolto agli allievi delle scuole medie superiori,  si propone come obiettivo di informare e sensibilizzare i ragazzi sul fenomeno degli scomparsi,  perché…  “informare è prevenire”. Oltre all’angoscia in cui precipita la famiglia e  alle innumerevoli difficoltà che essa si   trova ad affrontare (di tipo burocratico, legale, giuridico) il progetto rappresenta anche un’occasione per riflettere sul prezioso supporto, materiale e psicologico che, in  casi del genere, viene ad assumere la solidarietà.   Il fenomeno delle persone scomparse in Italia ha numeri impressionanti: in media 28 persone scompaiono ogni giorno. Tuttavia la maggior parte di queste storie non raggiunge  l’orecchio delle persone comuni, condannando quindi lo scomparso all’oblio e la sua famiglia alla solitudine e allo sconforto. L’attesa senza resa di Fabrizio Catalano vuol diventare il simbolo delle tante, troppe attese di cui nessuno parla, che hanno però il diritto di essere raccontate e il dovere di essere ascoltate. Per scaricare pdf del progetto in catalogo clicca qui Per vedere alcune immagini delle scuole che abbiamo incontrato clicca qui per leggere l’articolo che hanno pubblicato gli studenti del Liceo Cattaneo di Torino,  liceo frequentato da Fabrizio, clicca qui ,  per vedere il video che verrà proiettato durante gli incontri  clicca qui.
LiceoCalabriaUmbria Presentazione premio letterario :

17 marzo 2015  Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato“G. Plana”
12 dicembre 2014  con alcune classi del Liceo scientifico Galileo Galilei LAMEZIA TERME ;

10 dicembre 2014 con alcune classi del Liceo T. Campanella Lamezia Terme (CZ) 

11 dicembre 2014  con alcune classi del   ” Ettore Majorana” di Girifalco;

martedi 4 novembre 2014 I.I.S.S. Oscar Romero di Rivoli

– mercoledi 20 ottobre 2014  Liceo Marie Curie sede distaccata di Collegno ;

Anno scolastico 2013/2014:
L’incontro programmato per il 5 ottobre 2013 con il Liceo Sesto Properzio di Assisi è stato rinviato al 3 maggio 2014. (vedi articolo http://www.fabriziocatalano.it/papa-francesco-in-visita-ad-assisi/)
28 aprile 2014  Liceo T. Campanella Lamezia Terme (CZ)  

per visualizzare le immagini clicca qui 
Follow Cercando Fabrizio’s board Incontri Studenti Scuole medie superiori Cercando Fabrizio on Pinterest.

8 marzo – Giornata Internazionale della DONNA

Tra i tanti auguri mi mancano quelli dei mie figli in coro.  Quel coro che,  dal 21 luglio 2005,  manca della  dolce voce di Fabrizio. Da questo sito, dedicato a quella  dolce voce, voglio ricordare le DONNE, madri, sorelle, amiche,  vittime di violenze, A VOI TUTTE GIUNGA IL MIO PENSIERO E QUESTO MAZZOLINO DI MIMOSE E TULIPANI!

La storia- Le origini della festa dell’8 Marzo risalgono al 1908, quando un gruppo di operaie  dell’industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terrificanti   condizioni in cui erano costrette a lavorare.  Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l’ 8 marzo il proprietario Mr. Johnson, stanco della mancata produttività e soprattutto il non voler riconoscere tali diritti, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire.
Un grosso incendio divampa all’interno della fabbrica e le donne operaie prigioniere  ne furono travolte e ben 129 di loro morirono arse dalle fiamme.  In seguito questa data fu proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne, da Rosa Luxemburgo, proprio in ricordo della tragedia.  Questo triste accadimento, ha dato il via negli anni immediatamente successivi ad una serie di celebrazioni che, i primi tempi, erano circoscritte agli Stati Uniti e avevano come unico scopo il ricordo dell’orribile fine fatta dalle operaie morte nel rogo della fabbrica. In seguito, con il diffondersi e il moltiplicarsi delle iniziative, che vedevano come protagoniste le rivendicazioni femminili in merito al lavoro e alla  condizione sociale, la data dell’ 8 Marzo assunse un’importanza mondiale, diventando, grazie alle associazioni femministe, il simbolo delle vessazioni che la donna dovette subire nel corso dei secoli,
ma anche il punto di partenza per il proprio riscatto.

Perché la mimosa.  La scelta è ricaduta sulla mimosa perché  fiorisce proprio nei primi giorni del mese di marzo,  oltre ad essere profumatissima,  non costa molto e cresce facilmente. La Mimosa vuole rappresentare il simbolo di forza e femminilità.
Per leggere l’articolo del 2011 clicca qui

ScarpeRossePiazzaCastelloTorino

Zapatos rojos, scarpette rosse. (2.03.2013 , piazza Castello TORINO)

 

sabato 2 marzo 2013 TORINO

Centinaia di scarpe rosse sparse su Piazza Castello a Torino per dire basta alla violenza di genere. La suggestiva immagine che nasce dalla creatività dell’artista messicana Elina Chavuet prende il nome diZapatos Rojos”

 

A Natale vorrei, vorrei, io vorrei…!!! e tu???

Anche per questo  Natale i mie vorrei sono rimasti invariati,   VORREI , VORREI, IO:
Vorrei…un Natale speciale, di pace, serenità e amore. 
Vorrei… un nuovo Natale in cui tutte le famiglie fossero unite vicino al camino con tanto calore nel cuore.
Vorrei che…  Fabrizio, Davide, Andrea, Emanuele , Gabriele,  Francesco,Vito, Cristina, Massimo, Luca, Ugo, Giuseppe, Denise, Federica , Tiziano, Stefano, Rina,  Marcello, Michele, Sonia, Emanuela e tutte le persone scomparse, in corteo come tanti pastorelli ritornassero a casa per ravvivare l’amore  e l’unione delle loro famiglie.
Vorrei … verità e giustizia per Yara, Melania, Sara,Niky,  Simona e per tutte quelle persone che giustizia e verità stanno aspettando!
Vorrei …un Natale di abbracci a tutti coloro che  in questi anni mi hanno preso per mano e hanno riempito il mio cuore di speranza e amore!
Vorrei… un Natale da fiaba, con la neve e le famiglie che si avviano con la gioia nel cuore verso la capanna in cui nascerà il Bambinello.
Vorrei… un nuovo Natale in cui gli ospedali  si trasformassero magicamente in luoghi gioiosi e sereni, con  campi verdi fioriti dove  tutti i  malati guariti, dimenticassero le sofferenze patite e tornassero in seno alle loro famiglie.
Vorrei… che tutti i bimbi, ragazzi, uomini e donne ormai saliti in cielo potessero affacciarsi per rassicurarci, e comunicarci che sono felici.
Vorrei… che tra i tanti doni il libro, CERCANDO FABRIZIO, sgorgato dal dolore, arrivasse  a lui, a Fabrizio, oppure al cuore di chi possa indicargli la strada di casa.
Vorrei… che gli invisibili, i senzatetto, le persone con problemi diversi, ai margini della società, ritrovassero la serenità, la loro famiglia, l’assistenza, il cibo per nutrirsi e trovassero una sistemazione serena ovunque decidessero di vivere la loro vita!
Vorrei… che la partecipazione al premio “caro fabrizio, ti racconto”  rechi  lo stesso beneficio che ha arrecato a me CERCANDO FABRIZIO.
Vorrei… che accadesse un miracolo!!!
BUON NATALE!
scrivi di seguito… e tu ??? cosa vorresti? cosa aggiungeresti???
 PdfLettera aperta FABRIZIONatale2007Lettera FABRIZIONatale2007

Condividi su Facebook

IV edizione concorso -Caro Fabrizio, ti racconto di un ritorno- incontri presentazione e rassegna stampa

Come per le edizioni precedenti  tanti sono gli incontri programmati per lanciare la  quarta edizione 
Scarica il bando cliccando qui   per  partecipare e  raccontare, esprimere ,  illustrare i mille volti del ritorno:  ritorno in un/ da un  luogo,  ritorno al lavoro, a scuola,   alle origini.  ritorno di una persona cara,  di un amore, di un’amicizia,  di un’emozione, di un personaggio (Ulisse o…)  e non ultimo il ritorno immaginario di Fabrizio.
CONTATTACI per  ulteriori informazioni, per organizzare un’incontro, per ricevere direttamente a casa tua  le ANTOLOGIE  e il bando. RICORDATI: partecipazione gratuita entro il  30/4/2018

Date incontri:
……………. studenti I.I.S. Giulio Natta di Rivoli  (TO)
…………….. agli studenti della succursale  e ………………  agli studenti della sede del  Liceo scientifico “C. Cattaneo” Torino
……………… studenti   Liceo Curie-Levi di Collegno
2/3/2018 e 9/3/2018 studenti   I. I. S “G. DALMASSO” Pianezza
6/3/2018 e 12/3/2018  Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato“G. Plana”
26/01/2018  studenti della scuola media Don Minzoni-Gramsci di Collegno 
20 e 21/1/2018  studenti del Liceo Scientifico Scienze Umane Vito Scaffidi  di Sangano (TO)
21/2/2018 durante il laboratorio di scrittura creativa  condotto da Rosanna Buttigliero SPAZIO DONNA Cascina Roccafranca Torino

16/02/2018 durante il laboratorio Tecnica dell’acquerello … e le sue magie  condotto da Marie Christine Scapol Vallery Radot-  UNITRE  di Collegno
01/02/2018  con il dr. Baiotti salone  UNITRE  di Collegno
15/01/2018 gli studenti  delle classi della 3 am e 4am con la prof.ssa M. Pilegi del Liceo T. Campanella Lamezia Terme (CZ) 
18/01/2018  durante il laboratorio di scrittura creativa  condotto da Francesca Zuccarello   UNITRE  di Collegno
16/01/2018 durante il laboratorio Dalla linea al colore   condotto da  Antonia  Castrigano  UNITRE  di Collegno
15/12/2017  e ………… durante il laboratorio  di scrittura creativa  condotto da Maria Mastrocola UNITRE  di Rivoli (TO)
Parlano del concorso:  rassegna stampa su google – sito Comune Pianezza –  6/2/2018 Grugliasco  24ovest –  18/1/18 Articolo TorinoOggi 18 – Articolo Assisi oggi    -Articolo pubblicato su VOL.TO  – Articolo Sullascia.net   – Articolo Preserre
clicca sui link per visualizzare: 
–  immagini e video premiazione terza edizione  2/12/2017 
– Premiazione seconda edizione del 3/12/2016    Video 3/12/2016premiazione  –  album3/12/16pinterest  – album su Google 
Premiazione prima edizione 28/11/2015   –  VideoFrammenti 28/11/2015 
Presentazione prima edizione premio 29 11 2014      Video spettacolo COSA SUCCEDE IN CITTA’ primantenna su youtube

Immagini- video e rassegna stampa premiazione concorso Caro Fabrizio, ti racconto…

” I MILLE VOLTI DELL’ATTESA” immagini  e video di un magico ed emozionante  pomeriggio  al teatro Arpino di Collegno, gremito di  bambini, 

giovani e adulti per la premiazione della terza edizione del premio letterario “Caro Fabrizio, ti racconto di un’attesa”.

L’evento ha registrato un sold out. Per visualizzare album immagini clicca qui.  Il 2 dicembre oltre duecento persone riunite: un video con immagini e alcune delle  frasi  più significative dei racconti vincitori, passi di danza della piccola,Asia Catalano, cuginetta di Fabrizio, che non conosce ancora, accompagnate dalle note di Barbara Nosengo, al violino,  e Marco Signoretti, alla chitarra, insegnanti  dell’AGAMUS di Grugliasco, compagni del gruppo dove suonava Fabrizio,  hanno commosso il pubblico. Grandi e piccini hanno avuto occasione di condividere sentimenti autentici e profondi, aggiungendo un tassello alla storia di Fabrizio, della sua famiglia e dei suoi amici.  Il pomeriggio si è concluso con dolce…zze e un brindisi per i 32 anni di Fabrizio augurando  un buon RITORNO che corrisponde al tema del prossimo anno.    Per scaricare il bando IV EDIZIONE   Per scaricare il comunicato stampa pdf
  Articolo Assisi oggi  Articolo pubblicato su VOL.TO .    Articolo Sullascia.net   Articolo Preserre
Di seguito il servizio dedicato sul TG regionale Piemonte Rai 3 e un video con piccoli frammenti della premiazione  

clicca sui link per visualizzare: 
Premiazione seconda edizione del 3/12/2016  Video 3/12/2016premiazione  –  album3/12/16pinterest  – album su Google 
Premiazione prima edizione 28/11/2015   –  VideoFrammenti 28/11/2015 
Presentazione prima edizione premio 29 11 2014      Video spettacolo COSA SUCCEDE IN CITTA’ primantenna su youtube

 

Premio letterario nazionale quarta edizione Caro Fabrizio, ti racconto di un ritorno

Abbiamo  inserito nell’immagine una frase tratta dal racconto  La paperella gialla  di Marisa Trabalza  (terzo classificata nella terza edizione)

Caro Fabrizio,   ti racconto di un ritorno    è un concorso di narrativa aperto a chiunque voglia illustrare,  esprimere ed imprimere su carta i mille volti del ritorno:  ritorno in un/ da un  luogo,  ritorno al lavoro, a scuola,   alle origini.  ritorno di una persona cara,  di un amore, di un’amicizia, di un personaggio (Ulisse o…)  e non ultimo il ritorno immaginario di Fabrizio.  Scrivendo a Fabrizio, che diventa un amico e un interlocutore speciale, il silenzioso confidente che non giudica, a cui si possono rivelare   ritorni   gioiosi, dolorosi, segreti, reali o di fantasia, del cuore o dei sogni, può includere Fabrizio come “compagno” o può coinvolgerlo come semplice ascoltatore.  Il concorso è dedicato a chi conosce Fabrizio, ma anche a chi non lo ha mai incontrato, ma sente di essersi affezionato a lui attraverso la sua storia. E’ come se lui fosse lì per ascoltare la voce di chi scrive. Fabrizio diventa così il custode dei racconti, dei nostri ritorni e si tramuta in un diario, nella speranza che, al suo ritorno,   possa davvero leggere tutti i testi pervenuti e sorridere del cerchio di solidarietà costruito intorno alla sua storia. Per scaricare il bando clicca qui

Scadenza iscrizione:   30 aprile 2018  (fa fede la data dell’e-mail)
Modalità di partecipazione:  “Caro Fabrizio, ti racconto di un ritorno ”.

  • racconto di un ritorno rivolgendosi a Fabrizio – Il racconto, in lingua italiana, deve essere inedito e deve essere composto di non più di 10.000 caratteri, spazi inclusi.
  • racconto illustrato con tecnica libera formato A/3 o A/4  su supporto libero, corredato da un titolo e un frase o breve testo.
    Ogni autore può partecipare con un unico elaboratoLa sezione    è suddivisa a seconda dell’età:
  • Junior dai 13 ai 20 anni
  • Senior dai 20 anni in avanti

Per il racconto illustrato non ci sono limiti di età .
 L’elaborato scritto in formato .doc o .docx  o la scansione dell’opera illustrata, ad alta risoluzione, in formato  .jpg deve essere inviato  all’indirizzo e-mail   concorsoletterario@fabriziocatalano.it

La partecipazione è gratuita.
Notizie sui risultati:
La proclamazione dei racconti  vincitori e classificati avverrà il 21 luglio 2018, per ricordare il giorno della scomparsa di Fabrizio.
Premi:
Tablet:   1° classificato Sezione/Junior; 1° classificato Sezione /Senior1° classificato racconto  illustrato.

Pubblicazione in un’antologia: i 10  racconti classificati   (5 per i Junior e 5 per i Senior)  e la scansione dei  primi 5 racconti illustrati.  Per i racconti illustrati  verrà creata anche una galleria sul web e l’opera più significativa sarà utilizzata per la copertina  dell’antologia. A tutti gli autori classificati per ogni sezione verrà consegnato l’ attestato/pergamena,  una  copia delle antologie di tutte le edizioni del concorso e un piccolo premio in funzione degli sponsor che  sosterranno l’iniziativa.

Premiazione:La premiazione avverrà  indicativamente intorno al  30/11/2017, giorno in cui Fabrizio compirà 32 anni. Il premio sarà consegnato personalmente ai vincitori.  (data ipotizzata 1/12/2017)

Per visualizzare gli articoli delle precedenti edizioni clicca sui link che seguono:
Premiazione terza edizione 2 dicembre  2017       album su Google
 Articolo premiazione seconda edizione e  qualche immagine del 3/12/2016,  pomeriggio intenso di emozioni  premiazione seconda edizione clicca di seguito   per visualizzare album su Google
Premiazione prima edizione 28/11/2015    VideoFrammenti di un pomeriggio
 Presentazione prima edizione premio 29 11 2014      Video spettacolo COSA SUCCEDE IN CITTA’ primantenna su youtube

2 dicembre 2017 premiazione terza edizione concorso “Caro Fabrizio ti racconto di un’attesa”

Vi aspettiamo:
Sabato 02 dicembre  ore 16.30  al Teatro ARPINOVia Bussoleno, 50, Collegno (TO)  
Un pomeriggio  ricco di sorprese.

 “I MILLE VOLTI DELL’ATTESA ”  in parole, colori e… tanto altro

PAROLE: letture dei racconti vincitori e finalisti della terza edizione accompagnate da note musicali  a cura dell’ AGAMUS di Grugliasco
COLORI: racconti illustrati con i colori dell’attesa
PREMI: ai vincitori e finalisti della terza edizione premio letterario  “Caro Fabrizio, ti racconto di un’attesa”
EMOZIONI, DOLCE…ZZE, BRINDISI di auguri per i 32 anni di Fabrizio  E… TANTO ALTRO
conduce:  Maria Teresa Vivino 
Saluto: autorità presenti
Infine verrà presentata la  quarta  edizione del concorso 2018
Per scaricare la locandina  clicca qui

Per scaricare il pdf del comunicato stampa clicca qui

clicca sui link per visualizzare:  articolo immagini e video della premiazione 
Premiazione seconda edizione del 3/12/2016  Video 3/12/2016premiazione  –  album3/12/16pinterest  – album su Google 
Premiazione prima edizione 28/11/2015   –  VideoFrammenti 28/11/2015 
Presentazione prima edizione premio 29 11 2014      Video spettacolo COSA SUCCEDE IN CITTA’ primantenna su youtube 

Racconti vincitori e finalisti terza edizione “Caro Fabrizio, ti racconto di un’attesa”

GraduatoriaConcorso Caro Fabrizio. ti racconto di un'attesa

Pubblichiamo la graduatoria della terza edizione del concorso letterario indetto dall’associazione  Cercando Fabrizio e…  per scaricare il pdf clicca qui

“Sono triplicati i racconti, è triplicata l’ emozione, è triplicata la giuria, è triplicata la difficoltà nella valutazione, è triplicato il vuoto che vorrebbe ingoiarci, ma è triplicata la speranza perché la condivisione delle attese attraverso i racconti diventa linfa vitale per continuare a Cercare Fabrizio e… i mille Fabrizii scomparsi”.

Diventa sempre più  difficile il lavoro della giuria.  Centinaia  e centinaia di racconti  provenienti, anche, dai paesi più reconditi della nostra Italia.    E’ stato un dono inaspettato, la partecipazione di due classi delle scuole medie, che sono andate oltre il regolamento ed hanno voluto esserci per raccontare le loro attese.Che dire, poi, delle due quarte elementari che hanno colorato l’attesa con i loro racconti illustrati.  Sogni, speranze, desideri,  ATTESE raccontate a Fabrizio. Tutti belli, tutti meritevoli e, per  noi, tutti vincitori!

Grazie di cuore a tutti per rendere dolce e colorata la nostra attesa.

Come da regolamento la premiazione è programmata  per sabato,  2 dicembre 2017,  a Collegno, prima data utile vicina al  30/11/2017 quando Fabrizio compirà 32 anni.
Galleria racconti illustrati 
per visualizzare la galleria completa clicca qui    articolo su PRESERRE
articolo sullascia.net