This is default featured slide 1 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

This is default featured slide 2 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

This is default featured slide 3 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

This is default featured slide 4 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

This is default featured slide 5 title

You can completely customize the featured slides from the theme theme options page. You can also easily hide the slider from certain part of your site like: categories, tags, archives etc. More »

 

STORIA DI UN’ATTESA SENZA RESA INCONTRA GLI STUDENTI

Catalogo Formativo CESEDI 2013_14ScuoleINCONTRI ANNI PRECEDENTI (2010 a giugno 2013)

Il progetto “Storia di un’attesa senza resa”, inserito nel catalogo formativo CESEDI della Prov. di Torino 2013-2014   pagina 244-245, rivolto agli allievi delle scuole medie superiori,  si propone come obiettivo di informare e sensibilizzare i ragazzi sul fenomeno degli scomparsi,  perché…  “informare è prevenire”. Oltre all’angoscia in cui precipita la famiglia e  alle innumerevoli difficoltà che essa si   trova ad affrontare (di tipo burocratico, legale, giuridico) il progetto rappresenta anche un’occasione per riflettere sul prezioso supporto, materiale e psicologico che, in  casi del genere, viene ad assumere la solidarietà.   Il fenomeno delle persone scomparse in Italia ha numeri impressionanti: in media 28 persone scompaiono ogni giorno. Tuttavia la maggior parte di queste storie non raggiunge  l’orecchio delle persone comuni, condannando quindi lo scomparso all’oblio e la sua famiglia alla solitudine e allo sconforto. L’attesa senza resa di Fabrizio Catalano vuol diventare il simbolo delle tante, troppe attese di cui nessuno parla, che hanno però il diritto di essere raccontate e il dovere di essere ascoltate. Per scaricare pdf del progetto in catalogo clicca qui Per vedere alcune immagini delle scuole che abbiamo incontrato clicca qui per leggere l’articolo che hanno pubblicato gli studenti del Liceo Cattaneo di Torino,  liceo frequentato da Fabrizio, clicca qui ,  per vedere il video che verrà proiettato durante gli incontri  clicca qui.
LiceoCalabriaUmbria Presentazione premio letterario :

17 marzo 2015  Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato“G. Plana”
12 dicembre 2014  con alcune classi del Liceo scientifico Galileo Galilei LAMEZIA TERME ;

10 dicembre 2014 con alcune classi del Liceo T. Campanella Lamezia Terme (CZ) 

11 dicembre 2014  con alcune classi del   ” Ettore Majorana” di Girifalco;

martedi 4 novembre 2014 I.I.S.S. Oscar Romero di Rivoli

– mercoledi 20 ottobre 2014  Liceo Marie Curie sede distaccata di Collegno ;

Anno scolastico 2013/2014:
L’incontro programmato per il 5 ottobre 2013 con il Liceo Sesto Properzio di Assisi è stato rinviato al 3 maggio 2014. (vedi articolo http://www.fabriziocatalano.it/papa-francesco-in-visita-ad-assisi/)
28 aprile 2014  Liceo T. Campanella Lamezia Terme (CZ)  

per visualizzare le immagini clicca qui 
Follow Cercando Fabrizio’s board Incontri Studenti Scuole medie superiori Cercando Fabrizio on Pinterest.

8 marzo – Giornata Internazionale della DONNA

Tra i tanti auguri mi mancano quelli dei mie figli in coro.  Quel coro che,  dal 21 luglio 2005,  manca della  dolce voce di Fabrizio. Da questo sito, dedicato a quella  dolce voce, voglio ricordare le DONNE, madri, sorelle, amiche,  vittime di violenze, A VOI TUTTE GIUNGA IL MIO PENSIERO E QUESTO MAZZOLINO DI MIMOSE E TULIPANI!

La storia- Le origini della festa dell’8 Marzo risalgono al 1908, quando un gruppo di operaie  dell’industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terrificanti   condizioni in cui erano costrette a lavorare.  Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l’ 8 marzo il proprietario Mr. Johnson, stanco della mancata produttività e soprattutto il non voler riconoscere tali diritti, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire.
Un grosso incendio divampa all’interno della fabbrica e le donne operaie prigioniere  ne furono travolte e ben 129 di loro morirono arse dalle fiamme.  In seguito questa data fu proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne, da Rosa Luxemburgo, proprio in ricordo della tragedia.  Questo triste accadimento, ha dato il via negli anni immediatamente successivi ad una serie di celebrazioni che, i primi tempi, erano circoscritte agli Stati Uniti e avevano come unico scopo il ricordo dell’orribile fine fatta dalle operaie morte nel rogo della fabbrica. In seguito, con il diffondersi e il moltiplicarsi delle iniziative, che vedevano come protagoniste le rivendicazioni femminili in merito al lavoro e alla  condizione sociale, la data dell’ 8 Marzo assunse un’importanza mondiale, diventando, grazie alle associazioni femministe, il simbolo delle vessazioni che la donna dovette subire nel corso dei secoli,
ma anche il punto di partenza per il proprio riscatto.

Perché la mimosa.  La scelta è ricaduta sulla mimosa perché  fiorisce proprio nei primi giorni del mese di marzo,  oltre ad essere profumatissima,  non costa molto e cresce facilmente. La Mimosa vuole rappresentare il simbolo di forza e femminilità.
Per leggere l’articolo del 2011 clicca qui

ScarpeRossePiazzaCastelloTorino

Zapatos rojos, scarpette rosse. (2.03.2013 , piazza Castello TORINO)

 

sabato 2 marzo 2013 TORINO

Centinaia di scarpe rosse sparse su Piazza Castello a Torino per dire basta alla violenza di genere. La suggestiva immagine che nasce dalla creatività dell’artista messicana Elina Chavuet prende il nome diZapatos Rojos”

 

A Natale vorrei, vorrei, io vorrei…!!! e tu???

Anche per questo  Natale i mie vorrei sono rimasti invariati,   VORREI , VORREI, IO:
Vorrei…un Natale speciale, di pace, serenità e amore. 
Vorrei… un nuovo Natale in cui tutte le famiglie fossero unite vicino al camino con tanto calore nel cuore.
Vorrei che…  Fabrizio, Davide, Andrea, Emanuele , Gabriele,  Francesco,Vito, Cristina, Massimo, Luca, Ugo, Giuseppe, Denise, Federica , Tiziano, Stefano, Rina,  Marcello, Michele, Sonia, Emanuela e tutte le persone scomparse, in corteo come tanti pastorelli ritornassero a casa per ravvivare l’amore  e l’unione delle loro famiglie.
Vorrei … verità e giustizia per Yara, Melania, Sara,Niky,  Simona e per tutte quelle persone che giustizia e verità stanno aspettando!
Vorrei …un Natale di abbracci a tutti coloro che  in questi anni mi hanno preso per mano e hanno riempito il mio cuore di speranza e amore!
Vorrei… un Natale da fiaba, con la neve e le famiglie che si avviano con la gioia nel cuore verso la capanna in cui nascerà il Bambinello.
Vorrei… un nuovo Natale in cui gli ospedali  si trasformassero magicamente in luoghi gioiosi e sereni, con  campi verdi fioriti dove  tutti i  malati guariti, dimenticassero le sofferenze patite e tornassero in seno alle loro famiglie.
Vorrei… che tutti i bimbi, ragazzi, uomini e donne ormai saliti in cielo potessero affacciarsi per rassicurarci, e comunicarci che sono felici.
Vorrei… che tra i tanti doni il libro, CERCANDO FABRIZIO, sgorgato dal dolore, arrivasse  a lui, a Fabrizio, oppure al cuore di chi possa indicargli la strada di casa.
Vorrei… che gli invisibili, i senzatetto, le persone con problemi diversi, ai margini della società, ritrovassero la serenità, la loro famiglia, l’assistenza, il cibo per nutrirsi e trovassero una sistemazione serena ovunque decidessero di vivere la loro vita!
Vorrei… che la partecipazione al premio “caro fabrizio, ti racconto”  rechi  lo stesso beneficio che ha arrecato a me CERCANDO FABRIZIO.
Vorrei… che accadesse un miracolo!!!
BUON NATALE!
scrivi di seguito… e tu ??? cosa vorresti? cosa aggiungeresti???
 PdfLettera aperta FABRIZIONatale2007Lettera FABRIZIONatale2007

Condividi su Facebook

2 dicembre 2017 premiazione terza edizione concorso “Caro Fabrizio ti racconto di un’attesa”

Vi aspettiamo:
Sabato 02 dicembre  ore 16.30  al Teatro ARPINOVia Bussoleno, 50, Collegno (TO)  
Un pomeriggio  ricco di sorprese.

 “I MILLE VOLTI DELL’ATTESA ”  in parole, colori e… tanto altro

PAROLE: letture dei racconti vincitori e finalisti della terza edizione accompagnate da note musicali  a cura dell’ AGAMUS di Grugliasco
COLORI: racconti illustrati con i colori dell’attesa
PREMI: ai vincitori e finalisti della terza edizione premio letterario  “Caro Fabrizio, ti racconto di un’attesa”
EMOZIONI, DOLCE…ZZE, BRINDISI di auguri per i 32 anni di Fabrizio  E… TANTO ALTRO
conduce:  Maria Teresa Vivino 
Saluto: autorità presenti
Infine verrà presentata la  quarta  edizione del concorso 2018
Per scaricare la locandina  clicca qui 

clicca sui link per visualizzare: 
Premiazione seconda edizione del 3/12/2016  Video 3/12/2016premiazione  –  album3/12/16pinterest  – album su Google 
Premiazione prima edizione 28/11/2015   –  VideoFrammenti 28/11/2015 
Presentazione prima edizione premio 29 11 2014      Video spettacolo COSA SUCCEDE IN CITTA’ primantenna su youtube 

Racconti vincitori e finalisti terza edizione “Caro Fabrizio, ti racconto di un’attesa”

GraduatoriaConcorso Caro Fabrizio. ti racconto di un'attesa

Pubblichiamo la graduatoria della terza edizione del concorso letterario indetto dall’associazione  Cercando Fabrizio e…  per scaricare il pdf clicca qui

“Sono triplicati i racconti, è triplicata l’ emozione, è triplicata la giuria, è triplicata la difficoltà nella valutazione, è triplicato il vuoto che vorrebbe ingoiarci, ma è triplicata la speranza perché la condivisione delle attese attraverso i racconti diventa linfa vitale per continuare a Cercare Fabrizio e… i mille Fabrizii scomparsi”.

Diventa sempre più  difficile il lavoro della giuria.  Centinaia  e centinaia di racconti  provenienti, anche, dai paesi più reconditi della nostra Italia.    E’ stato un dono inaspettato, la partecipazione di due classi delle scuole medie, che sono andate oltre il regolamento ed hanno voluto esserci per raccontare le loro attese.Che dire, poi, delle due quarte elementari che hanno colorato l’attesa con i loro racconti illustrati.  Sogni, speranze, desideri,  ATTESE raccontate a Fabrizio. Tutti belli, tutti meritevoli e, per  noi, tutti vincitori!

Grazie di cuore a tutti per rendere dolce e colorata la nostra attesa.

Come da regolamento la premiazione è programmata  per sabato,  2 dicembre 2017,  a Collegno, prima data utile vicina al  30/11/2017 quando Fabrizio compirà 32 anni.
Galleria racconti illustrati 
per visualizzare la galleria completa clicca qui    articolo su PRESERRE
articolo sullascia.net

 

Due mamme e un’ attesa Cercando Fabrizio, Davide e…

mammelauraecatemammecercandofabrizioedavideCondividete con NOI la ricerca e la speranza.
Fabrizio Catalano e Davide Barbieri scomparsi sul sentiero umbro nel  mese di luglio.

Gaber cantava: “sarei certo di cambiare la mia vita se potessi cominciare a dire noi

…. il “NOI” lo abbiamo pronunciato e messo in atto fin dal nostro 1° abbraccio.
Siamo mamma Laura e mamma Caterina, “intercambiabili”, ormai, dei nostri figli Davide  e Fabrizio Fabrizio   e Davide.
Insieme, tenendoci per mano abbiamo iniziato a camminare su quel sentiero umbro. Lo stesso che ha “inghiottito” i nostri figli. Fabrizio, il 21 luglio del 2005; Davide il 27 luglio del 2008. Ma NOI, non abbiamo mai guardato dentro la voragine che li ha inghiottiti: tetra, infinita che ti toglie il respiro. Loro, Fabrizio & Davide: stesso sentiero, stessa terra umbra, stesso mese di sparizione, stessa bellezza, stessa sensibilità, entrambi maggiorenni, ma giovanissimi.
Da allora, NOI, mamme, insieme, ci siamo incamminate lungo quel sentiero e mentre lo percorriamo pronunciamo ed urliamo ogni giorno i loro nomi, ma i nostri occhi sono puntati dritti (mai giù nella voragine), ma avanti a NOI, fin oltre l’orizzonte ed ogni giorno immaginiamo di vederli spuntare dall’altro capo del sentiero, allegri, come possono essere due ragazzi amici ed avvicinandosi ci sorridono ed arrivando ci dicono: “ciao mamme, come state?” e.. tutti e 4 ci stringiamo e ci sciogliamo in un abbraccio senza fine.

Salone del libro 2017 CERCANDO FABRIZIO E…

salonelibro2017Come  dal 2009,  anche quest’anno, OLTRE IL CONFINE  dal 18 al 22 maggio 2017,  il materiale informativo dell’ Associazione Cercando Fabrizio e… sarà presente al Salone del libro  PADIGLIONE 1 D62- E59    STAND   Vol.TO   

Domenica 21/5/2017 dalle ore 10.00/11.30,

Caterina Migliazza Catalano, mamma di Fabrizio  e Presidente dell’ associazione
vi aspetta
per raccontarvi l’ATTESA  attraverso le antologie dei racconti del premio
letterario  e Storie di Attese-Cercando Fabrizio, Davide e…

Per un saluto, ritirare le antologie (offerta libera facoltativa)  e  dialogare con Caterina: invia sms o contattala al 3474604848

Per visualizzare    immagini salone libro 2015      immagini salone degli anni precedenti e leggere gli articoli clicca:  2014   altri anni    Per visualizzare immagini e video della premiazione prima edizione 2009 clicca qui     

                                        

Primavera, donne, padri e… dintorni

LocandinaPrimavera2017

clicca per visualizzare album su google

ABBRACCI, DOLCEZZE,  RACCONTI E TANTO ANCORA IN ATTESA della PRIMAVERA, della FESTA DEL PAPA e…

PRIMAVERA, DONNE, PADRI E… DINTORNI

venerdi  17/03/2016  ore 21,00

Via Pianezza 4/ Piazza Europa Unita, Collegno (TO) presso “Centroanchio” 
La serata sarà allietata da pillole dell’antologia dei racconti  della  seconda edizione  del premio letterario,  Caro Fabrizio, ti racconto…  e si concluderà con un brindisi per tutti i papà, per l’arrivo della primavera,  per il compleanno di Davide Barbieri, scomparso 27 luglio 2008,  e … tanto ancora.
Porta dolce…zza, amici, parenti  e speranza! conferma la tua presenza  compilando il form commenti o a mezzo mail : associazione@fabriziocatalano.it  oppure con sms 3474604848

I fiori della primavera sono i sogni dell’inverno raccontati, la mattina, al tavolo degli angeli… (Khalil Gibran)
Eventi anni precedenti : 18 marzo 2016– 10 aprile 2015   –  21 marzo 2014  –   21 marzo 2013