A Natale vorrei, vorrei, io vorrei…!!! e tu???

Potrebbero interessarti anche...

50 Risposte

  1. maristella ha detto:

    IO VORREI che,
    la lontananza dalle loro mamme, sia stata una libera scelta.
    Io prego Nostro Signore Gesù che, non ci sia plagio, né tanto meno violenza, o brutture di ogni genere e tipo che, esseri, chiamati umani come tutti noi e, così detti nostri simili, hanno la spregevole forza e capacità di mettere in atto e non voglio pensare che, abbiano percorso la stessa strada dei nostri figli, incontrandoli e portandoseli via. nel peggiore dei modi.
    Che vorrà dire per questi spregevoli esseri la parola Natale? Ritengo la disconoscono nel suo significato più autentico.
    Guardo Gesù Bambino e penso che, pur nato in una misera stalla al freddo e al gelo, è diventato Re, Profeta, Sacerdote di ogni uomo, di tutti gli uomini, in terra prima, in cielo poi, e dopo 2010 anni Lui è lì, infinitamente infinito in ogni più bella cosa che c’è.
    Non vi appaiano farneticazioni di una povera madre il cui dolore, a forza di macerarla, gli sta’ “svitando le rotelle” del cervello. No. Io parlo per fede, perché so che il Signore non può agire sventatamente, facendo del male senza motivo anche al più piccolo ed insignificante dei suoi figli. C’è una ragione dietro tutto ciò, e Lui mi darà, lo so, la possibilità di capirlo, di scoprirlo, di conoscere il perché, così come per tutte le altre mamme che attendono.
    L’Avvento è terminato, secondo il calendario liturgico, è la Venuta c’è stata.
    Dicci Tu Gesù? Quando terminerà il “nostro Avvento”?
    Anzi sai che ti dico: “Signore, sei stato Tu, un bellissimo giorno, a decidere di donarci queste creature, quindi adesso noi pretendiamo che tu le fai ritornare, ridonandocele, anche per non contraddire la Tua scelta: non si può prima dare e poi improvvisamente togliere, Tu Signore ci hai lasciato senza fiato e non puoi pensare che, riusciremo a vivere, fino alla fine dei giorni che ci hai assegnato, in apnea. Ti prego, riportarci a galla: ridonaci il più splendido dono con il quale Tu hai deciso di onorarci: I NOSTRI FIGLI. Grazie.”

  2. noemi ha detto:

    vorrei un mondo senza indifferenza dove si tendesse la mano a chi ha bisogno ma non ha nulla da offire se non il proprio amore.
    vorrei un mondo dove la superficialità fosse bandita e l’unica preoccupazione fosse quella di sapere che ogni uomo è felice nel profondo.
    vorrei che ogni persona, ogni singolo uomo potesse smettere di pensare a quello che non ha, scoprendo così che possiede molto.
    vorrei che si potesse gioire delle piccole cose riscoprendo la gioia di un abbraccio, di una parola, di uno sguardo.
    e per ultimo vorrei che ogni uomo ritrovasse se stesso, quella parte intima e profonda che a volte nascondiamo.
    Solo così potremmo davvero tutti tornare “a casa”.
    Buon Natale, che sia vero e che riesca per una volta a durare tutto l’anno.

  3. francesca catalano ha detto:

    Ad ogni Natale si sente dire sempre quello che si vuole per regalo.
    Quello che io voglio per Natale e’: voglio che le persone malate guariscono.voglio che i bambini senza una famiglia siano adottati, Voglio che le persone non abbiano piu’ fame e che abbiano un tetto dove dormire, voglio che la pace regni nel mondo , che la malvagita’ dell’uomo svanisca, voglio che non ci sia piu’ la discriminazione, non piu’ razzismo………..voglio che le certi genitori possano riabbracciare i figli rubati o spariti . Voglio, voglio troppo, ma chi sa!!!

  4. sivy ha detto:

    Io vorrei che i “VORREI” di tutti voi si avverassero!buon natale!!

  5. laura ha detto:

    IO VORREI che,
    Davide (mio figlio) Fabrizio (figlio di Cate) e le altre migliaia di giovani come loro (cominciando dalla figlia di Albano e Romina ve la ricordate? )
    FOSSERO FELICI. Ora, adesso, subito, immediatamente.

    IO VORREI che,
    la lontananza dalle loro mamme, sia stata una libera scelta.
    Io prego Nostro Signore Gesù che, non ci sia plagio, né tanto meno violenza, o brutture di ogni genere e tipo che, esseri, chiamati umani come tutti noi e, così detti nostri simili, hanno la spregevole forza e capacità di mettere in atto e non voglio pensare che, abbiano percorso la stessa strada dei nostri figli, incontrandoli e portandoseli via. nel peggiore dei modi.
    Che vorrà dire per questi spregevoli esseri la parola Natale? Ritengo la disconoscono nel suo significato più autentico.
    Guardo Gesù Bambino e penso che, pur nato in una misera stalla al freddo e al gelo, è diventato Re, Profeta, Sacerdote di ogni uomo, di tutti gli uomini, in terra prima, in cielo poi, e dopo 2010 anni Lui è lì, infinitamente infinito in ogni più bella cosa che c’è.
    Pertanto io so che la sofferenza di Davide, da quando è nato sino a quando i miei occhi non l’hanno più visto, ha avuto un senso progettato e profondo che lo porterà ad essere un “grande”.
    Così come ci sarà anche un progetto bello ed importante su Fabrizio.
    Non vi appaiano farneticazioni di una povera madre il cui dolore, a forza di macerarla, gli sta’ “svitando le rotelle” del cervello. No. Io parlo per fede, perché so che il Signore non può agire sventatamente, facendo del male senza motivo anche al più piccolo ed insignificante dei suoi figli. C’è una ragione dietro tutto ciò, e Lui mi darà, lo so, la possibilità di capirlo, di scoprirlo, di conoscere il perché, così come per tutte le altre mamme che attendono.
    L’Avvento è terminato, secondo il calendario liturgico, è la Venuta c’è stata.
    Dicci Tu Gesù? Quando terminerà il “nostro Avvento”?
    Anzi sai che ti dico: “Signore, sei stato Tu, un bellissimo giorno, a decidere di donarci queste creature, quindi adesso noi pretendiamo che tu le fai ritornare, ridonandocele, anche per non contraddire la Tua scelta: non si può prima dare e poi improvvisamente togliere, Tu Signore ci hai lasciato senza fiato e non puoi pensare che, riusciremo a vivere, fino alla fine dei giorni che ci hai assegnato, in apnea. Ti prego, riportarci a galla: ridonaci il più splendido dono con il quale Tu hai deciso di onorarci: I NOSTRI FIGLI. Grazie.”

  6. Marco ha detto:

    Vorrei che sul mondo regnasse la pace e la serenità che l’odio non fosse neanche un ricordo,vorrei che quelle famiglie che soffrono potessero cominciare a sorridere,vorrei che tutte le persone come Te,Caterina,tornassero a sognare,così da essere sommersi in un mondo senza ipocrisie e con tanto amore.
    Marco

  7. Piersanti Carlo ha detto:

    Vorrei che
    ciascuno di noi riuscisse a fare quello che Madre Teresa ha indicato:

    E’ NATALE
    E’ Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano.
    E’ Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare l’altro.
    E’ Natale ogni volta che non accetti quei principi che relegano gli oppressi ai margini della società
    E’ Natale ogni volta che speri con quelli che disperano nella povertà fisica e spirituale.
    E’ Natale ogni volta che riconosci con umiltà i tuoi limiti e la tua debolezza.
    E’ Natale ogni volta che permetti al Signore di rinascere per donarlo agli altri
    (Madre Teresa di Calcutta)

    e vorrei che
    Fabrizio e tutte le altre persone scomparse possano essere felici e possano almeno dare un segno ai loro cari.
    Carlo

  8. ornella ha detto:

    Luci, colori, musica, regali, giochi, sorrisi, strette di mano,presepi viventi, babbi natale, grandi abbuffate, grandi viaggi, divertenti film, spettacoli pirotecnici…… Tutto è Natale e festa: ma la gioia più grande sarebbe il ritorno di Fabrizio, Yara, Davide, Andrea, Letizia, Francesco,Vito, Cristina, Ugo, Giuseppe, Denise. Buon Natale a chi si vuol bene!!!

  9. luisella ha detto:

    vorrei…..il mio babbo .

  10. Alessandro Signorini ha detto:

    vorrei un mondo senza falsita’…senza ipocrisie…senza sofferenze…senza bambini che muoiono di fame….vorrei non esistesse la sofferenza ed il distacco dalle persone care…vorrei con tutto il cuore che chi aspetta il ritorno di una persona cara veda realizzarsi il proprio sogno…
    vorrei la serenita’ di tante persone che l’hanno persa e che non riescono piu’ a ritrovare se stesse…
    un grande abbraccio Caterina…a te ed alla tua famiglia…

  11. Aurora M. Oliva ha detto:

    AUGURO A TUTTE LE MAMME DI AVERE ACCANTO I PROPRI FIGLI E
    ANCORA DI PIU’ ALLE MAMME DEI FIGLI E DELLE FIGLIE SCOMPARSI….
    CHE TORNINO A CASA… COME PER MIRACOLO!!!!

  12. laura ha detto:

    anch’io vorrei un miracolo, tutti i giorni chiedo giustizia, e liberta’ di vivere con il mio bimbo ormai cresciuto, e invece, anziche’ stare piu’ vicini , ci allontanano, eppure lui c’e’! non e’ con me, perche’ me l’hanno tolto disumanamente, ed ingiustamente, anzi! proprio quest’anno che mi sono riconvertita, me l’hanno portato via per il Natale! e’ il primo natale, dopo tutto, che ci fanno stare separati piu’ che mai! e perche’ poi!?! e’ incredibile del perche’!
    come fare a credere ancora!?
    l’unica cosa che mi rimane e’ comunque la fede in Dio, e sperare nella verita’, sua, cioe’ che innalzera’ gli umili, e fara’ cadere i potenti! aspetto tanto questo momento, come non so che cos’altro! in questo momento il mio bimbone e’ in viaggio, con il brutto tempo e sono molto preoccupata, anche per il modo che lo stanno facedo viaggiare!
    il dopo sara’ ancora peggio!
    buon Natale!Laura –elba

  13. famiglia bo ha detto:

    Cara Caterina,
    da parte di tutti noi, Federico,Lucilla e Ferdinando, un augurio sincero di serenità per l’anno nuovo.

    Anche in noi il desiderio che Fabrizio e tutti gli scomparsi possano presto ritornare a casa e festeggiare ancora tanti giorni di Natale con le loro famiglie.

    Ferdinando,Lucilla e Federico

  14. mario e marisa bertini ha detto:

    io vorrei avervi potuti conoscere in una occasione meno angosciante! Sono sicura che saremmo diventati gli amici un po’ attempati “non vecchi ma solo nati prima”, come ci disse un ragazzo francese, all’incirca coetaneo di Fabrizio,incontrato fra i tanti sul Camino di Santiago. Ma per disegni indecifrabili a noi poveri umani è accaduto tutto questo. Ma noi vogliamo continuare a sperare con voi, vi abbracciamo fortissimo e vi vogliamo bene. mario e marisa

  15. giuliana ha detto:

    vorrei la fine di queste tristi storie che angosciano mamme, papà e tutte le persone, vorrei che in questo mondo ci fosse un po’ più di bontà, amore e solidarietà, vorrei che non ci fossero le differenze, vorrei un ambiente a misura di bambino, di anziano un ambiente per tutti, vorrei la fine del dolore dei bambini, vorrei il ritorno di tutti coloro che sono scomparsi e continuare ad avere la speranza, vorrei…..la serenità che non esiste più.
    giuliana

  16. Zia TINA ha detto:

    ….tornare bambina per appoggiare il mio nasino alla finestra ad aspettare chi sa che (ma quanto era bello!!,)Vorrei.. essere spensierata come allora, Vorrei…coccolare tutte le persone che non hanno nessuno,Vorrei…dare tutto l’amore che scoppia nel mio cuore a tutti i bimbi che non ricevono carezze…vorrei..vorrei..vorrei.dio solo sa quanti vorrei gridano dentro di me..Auguri FABRIZIO!che si illumini il cammino verso casa, che fino ad oggi hai trovato buio, TI VOGLIO BENE.Zia tina

  17. Maria De Giorgi ha detto:

    Lacrime bagnano il mio viso…vorrei che accadesse il miracolo…ciao Fabrizio <3
    Un forte abbraccio
    Maria

  18. Rossano ha detto:

    Vorrei che sempre più gente capisse quanto l’amore per gli altri potrebbe guarire questo mondo malato, Vorrei che chi ha il potere fosse toccato dall’umiltà, Vorrei che Fabrizio dovunque si trovi, abbia la possibilità di manifestarsi e di farci arrivare la sua energia,
    Un abbraccio a tutte le famiglie che soffrono per la scomparsa dei loro cari e un invito a tutti noi di essere solidali e di stringere forte con il nostro affetto queste famiglie in apprensione

  19. renzo ha detto:

    io vorrei veramente con tutto il cuore che il miracolo invocato da Caterina accadesse,crediamoci tutti insieme.Un abbraccio e la speranza sempre viva…

  20. Rita La Barbiera ha detto:

    …..vorrei rivedere tutti i miei affetti che non ci sono più e che tutti i bambini del mondo non soffrissero mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *