Messaggi

214 Risposte

  1. donatella parravicini ha detto:

    Buongiorno , ieri sera finalmente hanno ricordato Fabrizio in televisione;mi colpi’ la sua storia perchè anche mio figlio si chiama cosi’e gli ultimi luoghi in cui fu visto,Assisi e dintorni,sono stati i luoghi della mia formazione giovanile ,quel tipo di formazione sana e improntata sulla fede che mi è stata cosi’ utile nel proseguo della mia vita.Oggi ho 4 figli e posso immaginare il tormento dei familiari di Fabrizio…Quello che penso è che esistano scomparsi di serie A di serie B,perlomeno per chi si occupa delle indagini.Ne ho la conferma quando penso a quanto poco e male sia stata cercata Denise o piccoli scomparsi di cui solo “Chi l’ha visto” si occupa oramai…
    E Fabrizio ,col suo sorriso solare…
    Personalmente credo che sia vivo e abbraccio i suoi cari!

  2. Daniel ha detto:

    Buonasera,

    Sono un cittadino come tanti che conosciuto Fabrizio tramite la trasmissione di chi l’ha visto. Dopo tanti anni ancora non si hanno notizie in merito alla scomparsa, questo non può che aumentare lo sgomento dei propri familiari.
    Vorrei avere l’occasione un giorno di parlare con la signora Caterina, non sono qui per allertare o creare false speranze ai familiari di Fabrizio, ma vorrei essere d’aiuto a dare delle indicazioni che parecchio tempo fa alla trasmissione di chi l’ha visto, ma in TV non ne hanno parlato. Da qualche giorno è sorto un grande dubbio in me…sarà mai arrivata la mia telefonata a Caterina?
    La ringrazio e vi abbraccio.
    Daniel

  3. Donatella Giordano Vespucci ha detto:

    Sono una mamma di due ragazzi piu o meno dell’eta’ di Fabrizio quando scomparve.So che Fabrizio è scomparso nel 2003, vicino ad Assisi.Mi ha colpito un post che ha messo la madre…LO STATO CHE FA????Lo stato non fa niente,o insabbia le vicende umane tragiche, come questa,o le ignora,o chissa’ cosa c’è dietro..,
    Me lo posso immaginare, ma non lo voglio scrivere,tanto è chiaro cosa c’è dietro.
    Voglio ricordare questo bel ragazzo dal sorriso comunicativo e bello ,voglio ricordarlo come nella foto.
    Ammiro moltissimo la sua mamma e tutta la famiglia Catalano.
    Un’attesa senza resa…
    Non ci si deve,non ci si puo’ arrendere davanti alla scomparsa di un figlio.MAI
    Bisogna lottare a costo di spenderci la vita
    Tutta la vita che resta
    Lottare per non dimenticare,
    E per arrivare alla verita’.
    Ciao Fabrizio ,
    e un abraccio alla mammma sopratutto.
    Sono una mamma anche io…
    Donatella

  4. Francesca ha detto:

    Ciao Fabri,io e la tua Mamma ci siamo conosciute nella terra dei scomparsi dove anche io ne ho fatto parte per un anno cercando mio fratello Mirko,purtroppo l’ho ritrovato dopo un anno e ora è un bellissimo Angelo che veglia su di noi…quando penso a te,vedo Mirko che ti protegge e ti farà ritrovare la strada di casa. Ho imparato a conoscerti tramite la tua Mamma e ti sento un pò mio fratello…sbrigati a tornare a casa..Mirko sarà la tua guidae ti proteggerà..non vedo l’ora di abbracciarti e sarà come riabbracciare Mirko..un bacio e come diceva sempre Mirko…dajeeeeeee :*

  5. Antonia ha detto:

    Talvolta il mondo ci appare così grande che diventa difficile per noi riuscire ad abbracciarlo. Ci porta via le persone ci fa entrare in un mondo che non conosciamo ,difficile il mondo degli scomparsi. Ci sentiamo allora piccoli come un seme, o sabbia su una spiaggia.E ci sembra che niente e nessuno attorno ci capisca! La mia avventura è finita” bene”! Carissima e forte Caterina ti auguro di cuore che notizie concrete arrivino quanto prima ! Un abbraccio forte forte !

  6. Giacomo ha detto:

    Sarò banale e retorico ma auguro ai genitori di Fabrizio di riabbraccire presto suo figlio o quantomeno conoscere la verità, perchè la loro lotta ha questo come fine.
    Ho sentito dai servizi televisivi su questo caso che la madre non ha ricevuto molta collaborazione dai numerosi conventi vicini Assisi dove giustamente si è rivolta per ritrovarlo. Provi a fare un appello a Papa Francesco se non lo ha già fatto magari se si muove il Papa qualcosa si ottiene. Saluti a tutti.

  7. ines tenenti ha detto:

    Buona sera credo di aver visto un ragazzo sui 25 anni circa a Loreto doveva essere la festa della chiesa sono passati 5 anni ma ricordo ancora il suo volto magro con occhi fuori dal mondo gli ho parlato ma non mi rispondeva e poi se ne è andato,il giorno dopo l’ho rivisto allo stesso posto nel giardino vicino le scale sante ,io ho fatto qualche domanda ma lui non mi ha mai risposto e se ne è andato ma visto che lui aveva preso la strada dove abitavo quando mi ha visto ha iniziato a camminare veloce aveva dei pantaloni a sigaretta beig magro e una borsa credo della ferrovie alto circa un metro e settanta,veramente ho telefonato ai carabinieri ma mi avevano detto che tutto era normale

  8. simona ha detto:

    ho incontrato la mamma di fabrizio oggi dal papa a torino con un altra signora mi ha raccontato il dolore che l’affligge per la scomparsa di suo figlio. Spero che la sua disperazione si possa trasformare in gioia nel ricevere sue notizie. Oggi il suo desiderio era di poter avvicinare il Santo Padre non so so se ci e’ riuscita comunque la presenza del santo padre ha lasciato qualcosa nei nostri cuori speriamo la speranza non muore mai.

  9. Simona ha detto:

    Ho letto il libro… Ho fatto fatica a finirlo xche essendo mamma mi immedesimavo nel racconto… Vi sono vicina!

  10. Carmen Giuffrida ha detto:

    Ciao Caterina, ti invio la poesia dedicata a te è scritta in modo semplice spero ti faccia piacere.
    Un abbraccio. Carmen Giuffrida

    La speranza

    Speranza…
    Se non ci fossi tu!
    Con te condivido i miei pensieri ,
    i miei sogni,
    giorno dopo giorno
    speranza mia.
    Come un raggio di sole,
    illumini la mia vita.
    Il roseo del mattino reca
    iL coraggio di continuare a lottare,
    di credere in un mondo migliore
    per tutti,
    dona un sorriso,
    un gesto d’amore.
    Speranza
    tu ci dai la gioia di vivere,
    di continuare a desiderare
    un futuro più sereno.

  11. ester ha detto:

    Cara signora Caterina. Sono la sorella di Daniela Sanjuan anche lei, come Fabrizio e scomparsa da Perugia nel 2003 e fino ad oggi non abbiamo avuto più sue notizie,sono disperata, non so come muovermi dato che non ci sono più traccie di lei da molti anni, e per questo capisco molto il vostro dolore e vi sono vicina. con affetto. Ester

  12. Lorenzo ha detto:

    Cara Caterina,
    l’amore che nutri per Fabrizio è così grande ed intenso da commuovere tutti noi.
    Auguro a te ed ai tuoi cari un felice Natale ed un sereno Anno nuovo.
    Un abbraccio.
    Lorenzo

  13. annalisa ha detto:

    Cara Caterina, grazie per la tua bellissima e-mail che ho appena letto. Sei molto cara a trovare sempre tempo per tutti noi. Ti auguro anche io buon Natale con tutto il mio cuore,alla tua famiglia e lo auguro a tutti coloro che leggeranno questo messaggio e mi raccomando…abbracciamo tanto tanto le persone a cui vogliamo bene, non solo a Natale! Baci. Annalisa.

  14. annalisa ha detto:

    Cara Caterina, ho terminato di leggere il libro CERCANDO FABRIZIO-STORIA DI UN’ATTESA SENZA RESA e mi ritrovo in un mare di emozioni…quanto amore, quanto dolore ma comunque quanta speranza. La tua nostalgia di Fabrizio dilaga dalle pagine e ci travolge. Quante volte ho dovuto interrompere per alcuni istanti la lettura perchè le emozioni sono così forti. Una lezione di vita per tutti noi, perchè ci insegna due cose senza le quali non si vive davvero, senza le quali non siamo persone ma solo “maschere”: l’amore ed il coraggio. Sempre e comunque. Grazie.

  15. Davide ha detto:

    Signora Caterina, sono Davide, ho 21 anni e vivo ad Asti. Desidero esprimere a tutti voi la mia vicinanza e il mio affetto. Mantenetevi saldi nella speranza: So cosa vuol dire soffrire perchè sono disabile motorio dal giorno della mia nascita. L’uomo può fare una sola cosa: amarsi fraternemente e con dolcezza. Gesù nella sua umanità e divinità ci dice che solo amare conta. Vi abbraccio con affetto oltre che a lei Caterina, al fratello di Fabrizio, so che ci si sente soli. Con affetto Davide

  16. Chantal ha detto:

    Carissima mamma Caterina..Lei forse non mi conosce ma io ho avuto la fortuna di conoscere Fabrizio e di condividere con lui qualche estate insieme a Girifalco..
    (io abitavo in via Marconi, mentre voi in via Cavour…sono la figlia di Teresa Quaresima…mamma mi ha sempre parlato di Lei)
    Avrei voluto scriverLe già da tempo ma a volte di fronte a tragedie simili ti senti talmente inadeguato da non riuscire a trovare le parole per non risultare banale.
    Quando ho appreso della sua scomparsa ho sofferto molto perchèun sorriso contagioso e splendido come il suo non si può dimenticare! Cosi come indimenticabile era la passione per la musica che ci accomunava…le serate insieme a passeggiare sul corso..l’estate in cui venne giu’ con i rasta..quante risate insieme…tante…
    Da anni seguo la vs storia ed ho acquistato il libro per poterne sapere di piu’…per poterlo conoscere ancora meglio di quanto non avessi potuto fare nei pochi giorni di vacanze che trascorrevate a Girifalco appunto.
    Da poco sono diventata mamma anch’io e non oso minimamente immaginare come ci si possa sentire nel non vedere piu’ gli occhi del proprio figlio che ad ogni guardo provocano un sussulto al cuore senza eguali..quegli occhi per i quali si darebbe la vita se solo servisse a regalargli felicità.
    Ogni volta che leggo un suo post o la vedo in Tv spero sempre che arrivi la fatidica notizia che tutti attendiamo: il ritorno.
    Nell’attesa mi piace pensare che Lui ovunque si trovi stia bene e che un giorno ci rincontreremo di nuovo..per ridere ancora insieme come da piccoli.
    La abbraccio caramente e Le sono vicino come amica di Fabrizio e da mamma.

  17. Massimo ha detto:

    Carissima famiglia Catalano ,
    ormai seguo da anni la vostra storia ( dai siti internet alle trasmissioni come chi l’ha visto ,la vita in diretta )e sono enormemente dispiaciuto nel constatare che non c’è nullo di nuovo ! ancora non sei tornato , ma cosa può esserti accaduto ? qualcuno ti ha fatto del male ? Ritorna Fabrizio per favore , fallo per in primis per i tuoi familiari che non fanno altro che aspettarti , per i tuoi tanti amici si tanti amici , basta guardare quanti messaggi ci sono qui per te compreso il mio . Ritorna perchè un giorno mi piacerebbe incontrarti di persona per dirti BEN TORNATO AMICO NOSTRO , BEN TORNATO e per favore non andare mai più via mai più ! sappi che penso spesso a te e pure alla tua famiglia e sono con voi Famiglia Catalano ogni volta che accenderò un cero alla madonna nella sempre speranza che tutta finisca al più presto nel migliore dei modi , e che tutto questo svanisca come svaniscono i brutti sogni ! adesso vi do un grande anzi un grandissimo abbraccio virtuale ma comunque colmo di affetto che va a voi e pure a tutti i familiari degli scomparsi ! ciao e perchè no ? … a presto

  18. annalisa ha detto:

    Cara signora Caterina, ho appena seguito l’intervista rilasciata a Clara Vercelli per Primantenna…non conoscevo la storia di Fabrizio. La voglio abbracciare, seppur per ora solo “virtualmente”, cara Caterina…abbraccio Lei, la sua famiglia ed il suo grande cuore di mamma che certo mai si arrenderà…un abbraccio forte che spero le restituisca almeno un decimo della mia commozione. Con affetto immenso. Annalisa di Torino.

  19. Cristina ha detto:

    Conosco ora la tua storia, Fabrizio e quella della tua bellissima famiglia.
    Sono una mamma di 3 bimbi ancora piccoli e mi sento tanto vicina alla tua mamma, immagino il desiderio senza fine che deve provare di riabbracciarti, di stringerti forte come faceva quando eri piccolo.
    Da oggi vi porterò sempre nelle mie preghiere.
    Vi abbraccio tutti
    Cristina

  20. Federica ha detto:

    Fabri…. Ok che sono diventata bravina a riprodurre la tua immagine in svariati modi…ma ti aspetto per fare finalmente la foto più spettacolare di tutte: quella con i tuoi famigliari e amici… Ci conto…
    Ti abbraccio.

  21. Federica ha detto:

    31 dicembre 11.25.04
    Carissimi papà Ezio, mamma Caterina e fratello Alessio,
    Dopo un 2012 confusionario e deludente, il 2013 vi ha restituito energia e grinta per continuare al meglio le ricerche di Fabrizio.
    Mi spiace non aver potuto contribuire fattivamente alle ultime iniziative messe in atto, ma seppur da lontano vi ho seguiti in ogni passo e il cuore si è scaldato ad ogni messaggio sincero e di amore, che amici vecchi e nuovi hanno lasciato per Fabrizio in diverse occasioni.
    Per me stare con voi ha significato CONDIVISIONE a 360 gradi: ritrovamenti positivi, ricerche con purtroppo esito negativo, ma anche esperienze personali come successi e cambiamenti nostri e degli amici di Fabry, alcuni dei quali mai conosciuti, ma ormai diventati familiari per me. Dopo un intero anno in vostra compagnia, ripenso alle parole dei suoi amici, a “Fabrizio che unisce le parti” e per quanto mi riguarda è davvero così, le distanze sono state annullate e il pensiero è stato costante. È stato un anno con un grande protagonista: l’ Amore.
    Auguri a voi, ma anche a tutti gli altri utenti: che questo viaggio verso l’ Amore sia il nostro motore quotidiano, la nostra riserva di energia.
    A te, Grandetto, invece, non so che augurarti, visto che l’egoismo mi porta a dire ancora una volta: torna e dicci che abbiamo imparato la lezione. 🙂

  22. Elisabetta ha detto:

    Tanti auguri FABRIZIO !!!! Ebbene si sei un “privilegiato” perché non tengo a mente nessuna ricorrenza se non quella dei miei familiari. Non a caso l’ anniversario del mio matrimonio corrisponde con il giorno del mio compleanno. E penso di aver detto tutto….Ma tu mi sei entrato nel cuore anche grazie al libro scritto dalla tua dolce mamma e da Marilu’ . BUON COMPLEANNO OVUNQUE TU SIA e un abbraccio virtuale con la speranza che un giorno perché no possa diventare REALE. Con immenso affetto, Elisabetta.

  23. laura zarcone ha detto:

    ciao Fabry, stanotte ti ho sognato. Eri tornato a casa ed eri così sereno, bello e sorridente! Avevi tante persone intorno e l’atmosfera era rilassata e festosa. Mi sono sentita così felice…per te, per mamma e papà e Alessio…ed anche per me, perché nel mio cuore si è accesa la speranza. Ho pensato “E’ tornato! dopo tanti anni è tornato! allora il mio Marcello forse tornerà anche!” Poi mi sono svegliata e mi sono resa conto di aver sognato…

  24. maria rosaria ha detto:

    CIAO FABRIZIO, SONO LE 22:18 DI UNA DOMENICABDI AGOSTO, CREDO L’ ULTIMA. LA VITA CONTINUA MA DA QUANDO SEI SPARITO NEL NULLA LE GIORNATE NON SONO LE STESSE. GLI ULTIMI 8 ANNI DELLA MIA VITA SONO STATI SCANDITI DALLA VISIONE DEL PROGRAMMA DI RAI TRE ” CHI L’ HA VISTO”….. HO ATTESO PER SAPERE CHE STAI BENE E HAI RAGGIUNTO LA TUA SERENITA’. VOGLIO CREDERE TU ABBIA SCELTO LA STRADA DELLA FEDE E DELLA MEDITAZIONE, MAGARI OSPITE DI UNO DEI TANTI CONVENTI CHE NON HA MAI DATO INFORMAZIONI A TUA MADRE. ANCHE TU A QUEST’ ORA SARAI A LETTO….VOGLIO DARTI LA BUONA NOTTE!!!

  25. Pellegrino Gioachino ha detto:

    A cavallo del Capodanno 2007/2008 trovandomi nel Monastero LE CELLE nei paraggi di Cortona un giovane frate ci ha fatto da Cicerone ed io e mia moglie abbiamo avuto l’impressione che questo ragazzo fosse proprio Fabrizio Catalano visto più volte alla trasmissione “Chi l’ha visto”. Quando abbiamo detto di essere piemontesi e di Cuneo il giovane frate ha avuto un attimo di stupore. L’anno scorso abbiamo avvisato la stessa trasmissione di questo fatto. Saluti. Pellegrino Gioachino di Fossano (CN)

  26. Carlo P. ha detto:

    Caro Fabrizio, oggi, come sai, sono 8 anni che sei scomparso. E se 8 anni sono stati lunghi per me immagina quanto lo sono stati per i tuoi cari, ma questo ora non conta più nulla perché, comunque, il passato è passato: quel che conta è il futuro e, soprattutto, il presente e il presente ti obbliga, se puoi, a farti vivi in qualunque modo.
    Prima di scrivere questi pochi pensieri ho letto gli ultimi messaggi che sono stati inseriti sul tuo sito e , tra di essi, mi ha colpito particolarmente quello di Laura Zarcone del 18 giugno scorso. Perché mi ha colpito ? Perché ha ricordato a me, ma penso anche a te e a tutti, che, nonostante ognuno di noi pensi che solo lui abbia bisogno di aiuto, in realtà ci sono molte altre persone che hanno bisogno di aiuto, e forse più di quello di cui abbiamo bisogno noi !!!
    Se puoi fatti vivo perché, oltre ad aiutare te stesso ed i tuoi cari, faresti anche un “regalo enorme” a Laura che ora, “immersa nel dolore più grande”, non riesce ad avere speranza ed a sentire la vicinanza costante e fedele di Colui che l’ha amata per primo e che comunque non la lascerà mai da sola con il suo dolore.
    Un ultimo pensiero: molti messaggi si rivolgono a tua madre Caterina che da quel 21 luglio 2005 non smette di cercarti; io vorrei oggi dedicare un pensiero di vicinanza ed affetto anche a tuo padre Ezio, a tuo fratello Alessio ed a tutti i papà e di fratelli di persone scomparse. E’ banale osservarlo comunque anche loro, seppur in maniera molto diversa rispetto a tua madre e a tutte le madri degli scomparsi, soffrono in egual misura.
    Caro Fabrizio, noi siamo con te: cerca anche tu di essere con noi.
    Un forte abbraccio.
    Carlo Piersanti

  27. Raimondo ha detto:

    Cara mamma Caterina,
    era il 19 luglio 2012, era sera e mi trovavo a Collegno per il concerto degli Afterhours. Non rammento di preciso perché uscì il discorso, ma ricordo ancora nitidamente la scena dove a un certo punto una mia carissima amica e persona speciale, mi disse: “Ora che siamo a Collegno mi viene in mente una cosa… conosci Fabrizio Catalano e la sua storia?”, io: “No”. Così mi raccontò.
    Un mattino di qualche giorno dopo, mi svegliai molto presto e mi venne spontaneo e automatico fare una ricerca su internet per saperne qualcosa di più. Qualche mese più tardi, la mia amica mi prestò il libro “Cercando Fabrizio – Storia di un’attesa senza resa” e iniziai a leggerlo. Quando arrivavo ai passaggi in cui descrivi con tanto amore il tuo Fabrizio, dovevo fermarmi per ricominciare a leggere da qualche riga prima: non volevo credere a ciò che c’era scritto.
    Anch’io amo suonare la chitarra come Fabrizio e forse suoniamo le stesse canzoni e amiamo gli stessi generi musicali.
    Anch’io ho frequentato per qualche anno il liceo Cattaneo, seppur qualche anno prima, e forse io e Fabrizio abbiamo visto le stesse lavagne, scritto sugli stessi banchi, corso nella stessa palestra.
    Non potevo credere che quello che era successo, fosse capitato a un ragazzo in fondo così simile a me, a un ragazzo che sarebbe potuto benissimo essere un mio compagno di banco. O un mio amico.
    Divorai la prima metà del libro quel giorno e lo completai qualche giorno più tardi: prima di allora non avevo mai letto un libro con tanto trasporto. Mi sono molto emozionato e commosso quando sono arrivato alla lettera che hai scritto per Fabrizio il giorno della Festa della Mamma del 2006. E ho pianto.
    Desidero farti sapere che ti ammiro e ti stimo per tutto quello hai fatto e che fai ogni giorno per Fabrizio e per essere di ispirazione a molte famiglie che vivono situazioni simili. Incarni la tenacia, il coraggio e l’amore che ogni madre dovrebbe possedere.
    Un caloroso abbraccio a te e alla tua famiglia.
    Con sincero affetto, Raimondo.
    p.s. per un caso fortuito, dovetti usare come segnalibro proprio un cd musicale degli Afterhours: mi piace pensare che mentre leggevo il libro, Fabrizio ascoltasse alcune tra le mie canzoni preferite.

  28. giovanni quattrone ha detto:

    sono passati tanti anni dal tuo allontanamento e la sofferenza ch lascia il silenzio e indescrivibile nel mio pensiero e nelle mie emozioni vorrei che il tuo sia un viaggio o una meta voluta da te se così fosse mettere pace alle fantasie di quanti ti amano e cosa giusta se invece il tuo allontanamento è causato da altri fattori chiedo a gran voce che chi deve attivarsi non smetta per te e quanti come te di cercare un abbraccio Fabrizio.

  29. laura zarcone ha detto:

    Ciao, Fabry, non so se adesso o in un altro momento leggerai le mie parole, ma se dovessero arrivarti, in un modo qualsiasi, sappi che ho bisogno del tuo aiuto. L’aiuto che puoi darmi è davvero molto semplice ed allo stesso tempo molto importante. L’aiuto che ti chiedo è LA SPERANZA. Se torni a casa o in qualche modo contatti i tuoi genitori, fai sapere loro che stai bene anche se in questo momento non te la senti di tonare a casa…per me sarà un regalo enorme, perché potrò sperare che un giorno mio figlio Marcello faccia lo stesso. Ti chiedo solo una piccola luce che illumini il mondo di oscurità nel quale vivo adesso. Purtroppo non ho il conforto della fede ma, se tu lo vorrai, potrò davvero credere che lassù qualcuno mi sia vicino nel momento del mio dolore più grande. Dipende da te la salvezza della mia anima. Non avrei mai immaginato di poter scrivere queste parole, ma in questo momento la disperazione mi sta travolgendo ed ho bisogno del tuo aiuto. Un abbraccio. Laura

  30. rossella accardo ha detto:

    Tutte le Mamme che amano i propri Figli hanno una marcia in più se uniscono i loro cuori all’unisono.
    NOI VOGLIAMO ESSERE UN GRANDE MANTO CELESTE CHE AFFERMI L’AMORE INCONDIZIONATO DI MARIA.
    Fabrizio, Figlio mio…dovunque Tu sia il Nostro Amore Ti seguirà.
    Ti aspettiamo per abbracciarTi.
    La mamma di Marco e Stefano Maiorana <3 <3 <3

  31. Lucia Dalò ha detto:

    Caro Fabrizio, sono una nonna di 75 anni e mi sento molto vicina a te ed ai tuoi famigliari e ti prego di fare un cenno per dire dove sei. Potrei essere la mamma di Caterina e non vorrei vederla soffrire. Che ti costa inviare un messaggio o fare una telefonata?, potrebbe farla anche un tuo amico.
    Dai, fatti sentire e facci sentire una tua suonata con la chitarra.
    Un abbraccio da (nonna) Lucia.

  32. laura bucelli (Borgo san lorenzo) ha detto:

    Buona Pasqua Fabrizio ovunque tu sia, spero solo e prego perchè tu sia in un luogo che TU hai scelto e dove tu stia per tua volontà. Comunque rispettando la tua volotà ti dico rispetta chi tanto ti ama e lotta e soffre per sapere dove sei, manda un messaggio per alleviare la sofferenza ai tuoi familiari. Un bacio grande a Fabrizio, ma uno ancora più grande a Caterina Enzo e Alessio.
    Serena Pasqua a tutti Laura

  33. Anna ha detto:

    Ciao Fabrizio, ho conosciuto la tua storia attraverso chi l’ha visto? e da un mesetto ho conosciuto tua mamma telefonicamente ed è una persona speciale, con tanto coraggio. Spero tant che tu possa tornare presto da lei, da tuo padre, da tuo fratello da tutti noi! Ti abbraccio Anna Giordano

  34. Cristina ha detto:

    Ciao Fabrizio!Ho conosciuto la tua bellissima mamma qualche anno fa, a Bolzano. Dai suoi occhi trasparivano dolore, paura, un’infinita dolcezza ma soprattutto la tenacia e la speranza che ogni giorno si rinnovano in “un’attesa senza resa”che non ha mai dato segno di cedimento. Quel giorno mi sono avvicinata a lei e non sono riuscita a dire niente di ciò che avrei voluto. Devo aver accennato di avere anch’io un figlio, poco meno “grandetto” di te e ci siamo abbracciate. Quell’abbraccio da parte mia non si è mai interrotto. Siamo in tantissimi Fabrizio, a circondare Caterina in un unico grande abbraccio, ma aspettiamo che sia tu a farlo. Credo che questo momento arriverà…Ciao bello.

  35. Angela Senes ha detto:

    Fabrizio! Credo che la tua mamma e il tuo papà non ti neghino la solitudine che vuoi, se veramente è una tua scelta, ma almeno fatti sentire a lor tgli l’angoscia del non sapere che cosa è suco e sta succedendo al loro figlio!!Ti chiediamo solo di uscire dal tuo sisenzio di scomparso per assicurare i tuoi cari! Stanno soffrendo troppo e sono orma quaisi 8 lunghi anni che ti cercano!!!!!!! io Fabrizio fai un atto di amore vero colei che il suo amore per te la urla fin dalla tu nascita!

  36. Simone Recchia ha detto:

    Ho conosciuto fabrizio al corso di Oss presso la sfep di via Cellini a Torino, non posso dire di essere diventato subito amico di fabrizio ma siamo entrati qusi subito in sintonia.
    Quando la classe ha finito il primo tirocinio in struttura i compagni di corso mia hanno detto che fabrizio era scomparso, anch’io come tutti gli amici di fabrizio aspettiamo il suo ritorno…
    Torna a casa presto fabrizio

  37. Alessandro ha detto:

    Ciao Fabrizio,

    mi ricordo bene di te. Eravamo in stanza insieme io te e il mio amico Luca Gregorio ad un ritiro di Assisi non so, forse nel 2003 forse qualche anno prima. Mi ricordo solo che eri molto dolce e silenzioso. E che volevi fare musicoterapia ma forse mi sbaglio.
    Comunque un abbraccio tutto te lo dovevo molti anni fa!
    Ciao

    Ale

  38. Giuseppe ha detto:

    Notte caro fratello Fabrizio…
    Oramai sei anche mio fratello e vorrei poterti dire personalmente al tuo ritorno…CI SEI MANCATO!!!
    Giuseppe

  39. monica ha detto:

    Ciao Fabrizio buon anno dovunque tu sia, ti aspetto insieme ai tuoi cari e ai tanti amici che hai.Un abbraccio fortissimo

  40. Micol ha detto:

    Ciao Fabrizio, 3 anni fa scrivevo su questa bacheca e in cuor mio speravo che tu leggessi il mio messaggio.In questi 3 anni molte cose sono cambiate ma non sei ancora tornato dalla tua mamma….ricordi nelle mie ultime righe avevo espresso il desiderio di diventare mamma…..finalmente 11 Settembre è nata la mia meravigliosa bimba….sai si chiama Mia. L’amore di una mamma è immenso….ed ora lo capisco ancor di più.Ti aspettiamo.
    Un abbraccio

  41. Lilia ha detto:

    Ciao Fabry,
    tua mamma Caterina ha trovato nella bellissima e commovente canzone di Eros Ramazzotti “Novembre” parole tristi, parole che sembrano scritte per te! ascoltando questa canzone mi commuovo e penso a te, alla tua mamma, alla tua famiglia che senza sosta ti cerca o spera in un tuo ritorno!
    Sono troppi anni che sei scomparso dalla loro vita! SE PUOI RACCOGLIERE LA MIA PREGHIERA PER L’ANNO NUOVO, RITORNA AI TUOI AFFETTI, ti aspettano anche tanti amici vecchi e nuovi, ansiosi di riabbracciarti o di conoscerti personalmente!
    RITORNA FABRIZIO!!!!!!
    Lilia

  42. Palma monti ha detto:

    Ciao Fabrizio non è facile trovare le parole, questa tua “storia” prende alla gola e al cuore e non mi fa dire altro che questo: vorrei tanto che tu possa ritornare all’affetto e all’amore dei tuoi cari e dei tuoi amici, vorrei che il tuo bellissimo sorriso possa tornare a risplendere oltre che sul tuo viso….su quello di tutti noi.
    Ti voglio bene,
    palma

  43. elisabetta ha detto:

    Buon anno caro Fabrizio!
    E che possa essere l’anno della svolta, quello del tanto atteso tuo ritorno a casa. Atteso col cuore in mano dai tuoi familiari e da tutti noi che, pur non conoscendoti, ti aspettiamo.
    Ci si “innamora” della tua storia, dei tuoi sorrisi, della tua cara mamma.
    Ci si innamora a tal punto da improvvisarsi interessati a dei libri venduti porta a porta da monaci di Hare Krishna. Il tutto con l’intento di mostrare una tua foto…
    Ci si sente anche un po’ stupidi nel farlo, ma e’ quello che ci si sente di fare.
    Buon anno grandetto!

  44. marianna ha detto:

    stasera ho parlato kon la tua mamma…ke donna straordinaria…quanta emozione ma sopratutto tanta tenerezza..ritorna a casa tutti ti aspettano….hanno bisogno di te….ti cercheremo sempre..ovunque e komunque..la tua mamma è molto battagliera…nn si arrenderà…kome nemmeno il tuo papà e tuo fratello Alessio…

  45. Federica ha detto:

    Ciao Grandetto!
    Ho imparato a chiamarti così tramite tua mamma. Sai, un pochino ormai penso di conoscerla la tua famiglia e ne sono innamorata. A casa tua non ci si annoia mai: c’è tuo babbo che sbaglia la pittura delle pareti, Alessio che si porta via il pc lasciando i tuoi senza film, tua madre che rimane bloccata con la schiena e si accorge del termosifone che perde mentre è al telefono con me. Loro contribuiscono a riempire le mie giornate di amore e di sorrisi e anche se distanti, li sento tanto vicini. Tutto questo è grazie a te, tutto questo è per te. Le nostre vite vanno avanti frenetiche, tra lavoro, studio e impegni vari, ma poi c’è quella segnalazione o quella presentazione del libro o quel passaggio televisivo che ferma tutto. Tu ci sei, Fabry, nella vita di tutti i giorni, ma ci sono occasioni in cui forse il tuo pensiero è più forte di altri. Pochi giorni fa è stato il tuo compleanno e tra poco sarà Natale… e tu dove sei? Vorrei che tu aprissi quella porta di casa e dicessi a tutti di calmarsi, che sono una banda di matti, che la cappella Sistina non è nulla in confronto alle pareti di camera tua, che tua mamma non deve più correre da una parte all’altra ma stare solo con te. Forse, egoisticamente, vorrei anche che tu tornassi per dirmi che un pochino mio fratello maggiore lo vuoi essere. E’ Natale tra poco e a Natale le famiglie di solito si riuniscono. Sì, lo so, da che pulpito viene la predica? Ma io non faccio testo, io sono strana e ribelle. Tu invece un Natale in famiglia lo devi passare. Ehi, Grandetto, lo so che non sono nessuno io per dirtelo ma… torna! Da quest’anno ti aspetto anche io e non mollo. Ti voglio bene

  46. massimo ha detto:

    Carissimo Fabrizio e famiglia ,
    prima di tutto voglio farvi gli auguri di un buon Natale anche se posso immaginare che dal giorno della scomparsa di Fabrizio niente è più come prima ,tutti i giorni sono uguali anzi forse ogni giorno è peggio dell’altro !ma a voi familiari di Fabrizio vanno comunque i miei auguri e tutta la mia solidarietà per quello che è successo ! per quanto riguarda Fabrizio sarebbe bello che tornassi a casa e magari proprio per il giorno del 25 dicembre , sarebbe un bel regalo !casomai Fabrizio tu un giorno dovessi leggere questo messaggio sappi che ci sono tante ma tante persone che ti vogliono bene anche se non ti hanno mai conosciuto ! ritorna per i tuoi cari che non fanno altro che aspettarti ! mi auguro di vero cuore che non sia accaduto niente di irreparabile ,spero proprio di no ! un immenso saluto a te Fabrizio ed anche a tutta la famiglia Catalano

  47. marianna ha detto:

    Ciao Fabrizo…spereo ke 1 giorno tu possa leggere questa bakeka …kosì kapirai ke 6 entrato nei nostri cuori e nelle nostre famiglie….e ke tu posssa vedere ciò ke sta facendo la tua famiglia..hai 1 mamma veramente coraggiosa…1 gran donna penso proprio ke tu possa essere veramente orgoglioso di lei …ritorna a casa hanno bisogno di te,..tt si risolve nella vita ..nn fare ke l’angoscia e il dolore li divori…torna torna torna…1 bacio ovunque tu 6…ti vogliamo ormai tt bene ti abbiamo imparato a konoscere tramite le parole e gli okki della tua mamma………..ti aspettiamo tt ..<3 <3 <3

  48. annamaria ha detto:

    Ho saputo della storia di Fabrizio in seguito alla scomparsa di una mia parente scomparsa in Toscana quasi un anno fa. Spero che Fabrizio abbia fatto una scelta, ma nel dubbio è necessario che sia gli investigatori che le persone che lo hanno frequentato nei momenti precedenti la scomparsa provvedano a fornire ogni minimo indizio per risalire all’accaduto. Vi sono vicina, ogni parola è inadeguata.

  49. Francesco ha detto:

    forse davvero Fabrizio ha voluto dare una volta per tutte una svolta alla sua vita.. ha voluto andare contro al meccanismo della società, seguendo il suo istinto, abbandonandosi alla spensieratezza 🙂 E se è davvero così… lo stimo tantissimo!!!

  50. mara inganna ha detto:

    Caro Fabrizio da tempo sapevo della tua scomparsa..ora ho avuto modo di conoscere ,anche se solo virtualmente, mamma Caterina..una donna forte che sicuramente non smetterà mai di cercarti….nella vita si possono fare delle scelte ma non possiamo dimenticarci di chi ci ha voluto e ci vuole bene…tutti ti aspettano Fabrizio e ogni giorno cresce il numero di persone che credono e sperano nel tuo ritorno perchè di questo è stato capace il grande amore della tua mamma..farci credere nella speranza di riuscire a trasformare il SOGNO in realtà…non deluderci..noi siamo qui ad aspettarti!!! un grande abbraccio a mamma Caterina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *