Category Archives: Incontri con le scuole

Concorso letterario terza edizione 2017 incontri presentazione e rassegna stampa

locAzz clicca per visualizzare album incontri su google   rassegnastampa
Un 2017 ricco di incontri  per lanciare il nuovo concorso “Caro Fabrizio, ti racconto di un’attesa” e presentare STORIE DI ATTESE Cercando Fabrizio, Davide e…
Scarica il nuovo band02017 per  partecipare e  raccontare, esprimere ,  illustrare i mille volti dell’attesa: attesa nel vedere realizzare i propri sogni, nel raggiungere un obiettivo, nel compimento di un traguardo.

CONTATTACI per ricevere direttamente a casa tua  le ANTOLOGIE   e il bando.
RICORDATI: partecipazione gratuita entro il  30/4/2017
Se si costruisse la casa della felicità, la stanza più grande sarebbe la sala d’attesa. (Jules Renard)
Date incontri:
24/03/ 2017  Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato“G. Plana”
22/03/2017  agli studenti della succursale  e  17/3/ 2017  agli studenti della sede del  Liceo scientifico “C. Cattaneo” Torino
 27/3/2017  Liceo Curie-Levi di Collegno
21 e 24/3/ 2017  I. I. S “G. DALMASSO” Pianezza

10/3/2017- studenti I.I.S. Giulio Natta di Rivoli  (TO)
 09/3/2017 in laboratorio cogestione Liceo Curie-Levi di Collegno
16/2/2017  Liceo serale Curie-Vittorini progetto Polis in collaborazione con Enaip Grugliasco e  UNITRE  di Collegno
9/2/2017 e 15/2/2017 – studenti del Liceo Scientifico Scienze Umane Vito Scaffidi  di Sangano (TO)
07/02/2017 ore 16  salone UNITRE  di Collegno
20/01/2016 durante il laboratorio di scrittura creativa  condotto da Rosanna Buttigliero SPAZIO DONNA Cascina Roccafranca Torino

Giallo24dic16_n19/01/2017  durante il laboratorio di scrittura creativa  condotto da Francesca Zuccarello UNITRE  di Collegno
16/01/2017 durante il laboratorio Dalla linea al colore   condotto da  Antonia  Castrigano UNITRE  di Collegno
13/01/2017 durante il laboratorio  di scrittura creativa  condotto da Maria Mastrocola UNITRE  di Rivoli (TO)

Parlano del concorso:   Redazione Valle dei Templi  –     Assisi Oggi  Premio Letterario   –  Umbria Domani  dedicato a “Fabrizio Catalano”   –  Solo news- Caro Fabrizio ti racconto di un’attesa   – Ultima pagina  [concorso] “Caro fabrizio, ti racconto di un’attesa” – scad. 30/04/2017   –  VolTO “Caro Fabrizio, Ti Racconto Di Un’attesa”   – Trg media    – Torinosette La stampa   –  Sulla scia terza edizione    – Concorsi letterariL’agenda news Comune Collegno – Comune di Rivoli –  Il Carlo 

Premiazione prima edizione 28/11/2015    VideoFrammenti 28/11/2016

 Presentazione prima edizione premio 29 11 2014      Video spettacolo COSA SUCCEDE IN CITTA’ primantenna su youtube
Per visualizzare qualche immagine del 3/12/2016  premiazione seconda edizione clicca qui pomeriggio intenso di emozioni  e  per visualizzare album su Google

Concorso letterario “Caro Fabrizio, ti racconto di un viaggio” incontri di presentazione e rassegna stampa

Calendario date,  scuole e luoghi dove abbiamo presentato e presenteremo la seconda edizione del  premio letterario “Caro Fabrizio ti racconto di un viaggio”:

Hanno parlato e scritto del concorso: Chi l’ha visto? –  Comune To circoscrizione6  –   Comune di Grugliasco –
Vitofabrio16gen2016jpgGruppo Abele   –   su Blogo Daniela Bellu  –  Concorsi letterari  – Vol.To  –  Comune Collegno –  Catanzaro Informa  –  Vivere Assisi  .  Blog Franco Polito – Sulla Scia – Tam Tam Volontariato pagTamTam 428TamTam 428pag26-7

 

 

 

 

 

 

 

Immagini presentazioni

Incontri con Allievi delle Scuole Medie Superiori

INCONTRI DAL 2010 A giugno 2013.  Catalogo e  incontri ANNO SCOLASTICO 2013-2014 clicca qui
Gli incontri rientrano nel progetto “Storia di un’attesa senza resa” rivolto agli allievi delle scuole medie superiori con l’obiettivo di informare e sensibilizzare sul fenomeno degli scomparsi. Perché “informare è prevenire”.
Il fenomeno delle persone scomparse in Italia ha numeri impressionanti: in media 28 persone scompaiono ogni giorno. Tuttavia la maggior parte di queste storie non raggiunge  l’orecchio delle persone comuni, condannando quindi lo scomparso all’oblio e la sua famiglia alla solitudine e allo sconforto. L’attesa senza resa di Fabrizio Catalano vuol diventare il simbolo delle tante, troppe attese di cui nessuno parla, che hanno però il diritto di essere raccontate e il dovere di essere ascoltate.
Inserito nel catalogo formativo CESEDI della Prov. di Torino 2011-2012 
Qui sotto trovate il video che viene proiettato durante i nostri interventi e di seguito le date degli  incontri.

 Date degli Incontri per le Scuole Medie Superiori
2013

08 giugno 2013 –Liceo scientifico Galileo Galilei LAMEZIA TERME 
Articolo Pubblicato su lameziainforma.it  e su infoOggi 

2012

  21 aprile 2012 – INCONTRO CON L’AUTORE al Liceo Pascasino e l’ ITC  G. Garibaldi di Marsala
 leggi l’articolo pubblicato su Alboscuole il 10/05/2012


31 marzo 2012- 
IIS OLIVETTI-IVREA 
 17 marzo 2012  Liceo Artistico St. R. Cottini  Via Castelgomberto, 20 Torino 
05 marzo 2012- Istituto Passoni Via Cittadella 3 Torino

23 febbraio 2012  Liceo Marie Curie sede distaccata di Collegno  


6 febbraio 2012 – Istituto Tecnico Commerciale Russell-Moro

2011

 19 e 26 febbraio 2011 – Istituto Tecnico Commerciale Russell-Moro di Torino (TO). Un rigraziamento a tutti  gli studenti  e agli insegnanti dell’istituto Russell-Moro, un grazie particolare è rivolto  alla Prof.ssa Elisabetta Naso che è stata promotrice degli incontri svolti nel  2010 e 2011. Sabato 26/02/2011 presso la succursale con le classi: III e IV C Erica e IV Igea. Abbiamo cambiato sede e classi ma l’attenzione, l’interesse e la partecipazione sono immutate.

L’ Incontro  del 19/2/2011, con la II B Erica- III A  e III B Mercurio nella sede, ha suscitato, ancora una volta, grande attenzione ed emozione .La studentessa  Rosa Conte, in lacrime, ha salutato mamma Caterina promettendo che preparerà un cartellone con la foto di Fabrizio e una dedica.

  • Cartellone affisso nella sede del Rassell Moro

  • 12/02/2011 Liceo Scientifico “E.Torricelli” di Bolzano- Insieme a Mirella e Livio,  genitori di Andrea Liponi. Due famiglie, Liponi e Catalano, accomunate dal medesimo dolore: la scomparsa di un figlio! Una scuola, quella di Andrea Liponi che ha accolto, nelle quarte e quinte A e B, la presentazione del fenomeno degli scomparsi e l’attività di Penelope Italia, Penelope Trentino Alto Adige e Penelope Piemonte con CERCANDO FABRIZIO .
  • 04 febbraio 2011 – Liceo Marie Curie sede distaccata di Collegno (T0)- Autogestione “libro forum” proposto dalla studentessa Silvia Agnello che frequenta l’oratorio San Giuseppe dove Fabrizio era stato  suo animatore. Silvia, promotrice del “libro forum”,  purtroppo  la sera del 3 si è   fratturata un  piede:  ha trascorso la notte e  la prima mattinata del 4 in ospedale. Naturalmente al nostro arrivo Silvia non c’era,  nonostante ciò, un gruppetto di ragazze ha preso posto e con religioso  silenzio si è subito appassionata al racconto della scomparsa di Fabrizo e della nostra ATTESA SENZA RESA.  Intorno alle 12 con le sue stampelle è arrivata in classe  Silvia con  timido imbarazzo e dispiacere. L’emozione mi  ha travolto  ma  sono stata  sostenuta  dalla dolcissima Serena Gallelli (amica di Fabrizio e laureanda in servizi sociali). Nell’intimità di quella manciata di studentesse raccolte intorno a me aleggiava la presenza del mio Fabrizio che  mi veniva in soccorso!. Una esperienza indimenticabile!!  Abbracciare Silvia  sostituendomi alla sua stampella  è stato un momento di tenerezza assoluto. Il  sostegno scaturito da quell’abbraccio è stato  irripetibile,  la commossa  attenzione che le ragazze hanno prestato ha rafforzato ancora una volta la  SPERANZA.  Il nostro VIAGGIO VERSO L’AMORE continua…
  • 15 e 29 -gennaio 2011 – Liceo scientifico “C. Cattaneo” di Torino dove hanno  frequentato  e conseguito la maturità Fabrizio e suo fratello Alessio. L’incontro del 15 ha avuto luogo  in un’aula della succursale, la stessa che aveva accolto sia Fabrizio che Alessio durante riunioni didattiche. Nel varcare la soglia ci siamo sentiti inondati e sommersi in un mare di ricordi e mi  ha preso una commozione che non avrei voluto e dovuto mostrare ai ragazzi.   La calda accoglienza dei  ragazzi e della prof.ssa Cristina Gazzola  mi hanno trasmesso una forza nuova  che mi ha invaso tutta,  così con Marilù ed Alessio al mio fianco mentre le diapositive scorrevano, la mia voce tremula del saluto iniziale, attraverso gli sguardi dolci di quei giovani  “Fabrizi”,  assumeva un  tono materno e speranzoso. Non potevamo raccontare la nostra “attesa senza resa” perchè avevano già letto il libro allora cominciammo subito a soddisfare le loro domande parlando del mondo degli scomparsi, sviscerando tutti gli aspetti e le difficoltà che le famiglie devono affrontare. Le due ore sono trascorse senza intervallo e quando ha suonato la campanella eravamo ancora presi dalla discussione. L’incontro del 29 si è svolto nella sede. Oltre Alessio e Marilù, come potete vedere nell’immagini, c’era con noi Serena Gallelli, laureanda ai Servizi Sociale e  amica di Fabrizio. Serena  presenterà la sua tesi di laurea sugli SCOMPARSI e il diritto ad una  legge.  L’emozione e ricordi non sono mancati e anche in questa occasione l’interesse composto dei ragazzi e il domandarci “cosa possiamo fare di concreto?” è stata un’overdose di fiducia, speranza  e solidarietà! Una bellissima esperienza che rimarrà stampata  nel mio cuore e mi ha donato nuova forza e vigore per continuare la mia ATTESA SENZA RESA. Per ciò che ho ricevuto, ringrazio e abbraccio tutti i ragazzi uno ad uno: IV L – IV G- IV M  e le insegnanti: Prof.ssa Cristina Gazzola, Prof.ssa Giuliana Iacopino, Prof.ssa Bagetto Fiorella,  il prof. Marco  Marmora e tutto il CATTANEO. Grazie! veramente Grazie!!! I ragazzi scriveranno un articolo dell’incontro sul giornalino della scuola.  Leggi l’articolo scritto da Alessia Argelli classe IV L  
      2010
  • 08 maggio 2010 – Istituto Tecnico Commerciale Russell-Moro di Torino (TO)
  • 04 maggio 2010- Istituto  E.Vittorini – Castellamonte di Grugliasco (TO)
  • 17 marzo 2010 –    Liceo classico V. LANZA di Foggia (FG)

lICEOlANZA_320x213

13 gennaio 2010 – Liceo scientifico C. DARWIN di Rivoli (TO)

Si è svolto il primo incontro al Liceo “C. DARWIN” rientrante nel progetto “Storia di un’attesa senza resa”, proposto dall’Associazione Penelope Piemonte, rivolto agli allievi delle scuole medie superiori con l’obiettivo di informare e sensibilizzare sul fenomeno degli scomparsi. Perché “informare è prevenire”.

Presto inseriremo un video che viene proiettato durante i nostri interventi e il calendario dei prossimi incontri. Qui sopra trovate le immagini e qui di seguito qualche riga scritta da Marilù Tomaciello dopo l’incontro:

Non sono un’ insegnante e mia figlia ha ormai finito il liceo da molti anni. Avevo un po’ di timore nell’ entrare in quella Scuola per parlare del libro. Quando poi ho visto che nella Biblioteca, allestita per la presentazione, era collocato un grosso tavolo dietro il quale vi erano le sedie predisposte per gli “oratori” non ho esitato a spostare tutto, tavolo e sedie compresi. Non potevo immaginare me stessa dietro una “barriera”che tenesse lontano gli studenti. Quando questi arrivarono era tutto pronto. Erano alquanto diversi da come li avevo immaginati io: non un’ orda schiamazzante e disinteressata. Tutt’ altro. Si disposero in silenzio tra le file di sedie, con gli occhi puntati sulle diapositive che scorrevano sul telone. In maniera del tutto naturale Caterina ed io cominciammo a parlare del nostro libro. Ci seguivano con interesse e concentrazione. Alcuni di loro si offrirono di leggere alcuni passi che avevamo scelto con una loro insegnante. Con voce incerta e, come durante un’ interrogazione, lessero fino all’ ultima parola. Per me, che avevo già sentito quelle frasi lette da attori o da noi stesse, fu una scoperta notare come anche con quell’ inflessione “infantile”  le parole manifestassero lo stesso “peso”. Non interruppero mai, ma con gli sguardi increduli e desiderosi di saperne di più, mi stimolarono ad alzarmi dalla mia sedia, per meglio esprimere, anche con la mia forte gestualità, tutto quello che avevo da dire. Sentivo che mi seguivano anche sui terreni più impervi, come la “politica” dell’ Associazione Penelope o sull’ iter legislativo della legge sulle persone scomparse… Anche le parole di Caterina li colpirono molto. Sembrava che tutti vedessero in lei la loro mamma e sono sicura che ciascuno di loro  avrebbe voluto darle un “pezzettino” di sé per ricostruire il suo Fabrizio… Alla fine alcuni fecero alcune semplici e timide domande, a cui rispondemmo con altrettanta semplicità ed i loro occhi brillarono di interesse quando ricevettero le informazioni sul sito internet e le pagine di Facebook dedicato a Fabrizio. Le due ore finirono ed il tempo era davvero “volato via”. Con la stessa discrezione che avevano avuto nell’ entrare in quella Biblioteca, ne uscirono. Ciascuno stringeva tra le mani il segnalibro, ricordo di quella presentazione. Li vedemmo allontanarsi nei corridoi ed in noi sentimmo la certezza che in altre cinquanta famiglie sarebbe entrata la storia di Fabrizio e tante altre persone avrebbero condiviso il pesante fardello che la sua scomparsa rappresenta.
Marilù Tomaciello